BAGNOREGIO – “Con un’ordinanza sindacale del 24/01/2015, pubblicata all’albo pretorio del Comune di Bagnoregio (leggibile nella foto allegata), ma non adeguatamente divulgata nelle zone interessate tramite avviso pubblico, viene proibito il consumo per uso umano dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale di Campolungo.

 

Il pericolo consiste nel fatto che il livello dei fluoruri e dell’arsenico è superiore agli indici previsti dalla legge, motivo per cui il Sindaco, con decorrenza immediata nel documento citato provvede al divieto.

 

A fronte di un’ingiustificata carenza informativa, la Minoranza si sente in dovere di avvisare la popolazione sulla gravità dei seguenti fatti:

 

1) dal 24 gennaio ad oggi chi ha continuato a fruire dell’acqua che riteneva dearsenificata ha utilizzato acqua inquinata;
2) mentre l’arsenico è un problema preesistente all’impianto di dearsenificazione, quello dei fluoruri è probabilmente provocato dall’inadeguatezza dell’impianto stesso;
3) la cittadinanza riceve scarsissime informazioni sulla vicenda generale dell’acqua, quando invece sarebbe opportuno che le analisi della stessa fossero periodicamente rese pubbliche e trasparenti.

 

La Minoranza aveva già sollevato il problema nel Consiglio di novembre 2014 durante il quale sono state citate le risultanze di un convegno dell’8 marzo 2014 (“Arsenico, un anno dopo”), in cui è stato esplicitamente dichiarato che i dersenificatori sono una falsa soluzione, in quanto costano in tutta la Tuscia 30 milioni di euro per il primo impianto, 6 milioni di euro l’anno per la manutenzione e dopo sette anni richiedono la sostituzione e la necessità di spendere di nuovo 30 milioni.

 

Per quanto tempo la cittadinanza potrà sopportare questo stato di cose? Si tratta di fatti che toccano la salute, la vita privata, il benessere delle famiglie. Prima la spazzatura (problema veramente risolto?), poi l’acqua, che sembrava un problema risolto, come annunciato, entra nelle case dei cittadini con sostanze pericolose: essere indignati è troppo poco!”

 

Maria Consiglia Pompei

 

ordinanza bagnoregio

radio

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email