«Per la città di Viterbo, è un giorno molto triste. La scomparsa di Mario Brutti lascia una ferita profonda.

Mario – comunica il Sen. Francesco Battistoni – è stato un lavoratore instancabile, profondo conoscitore della società viterbese e tremendamente innamorato di questa città che nel tempo lo ha adottato a pieno titolo.
Una persona moderata, misurata, equilibrata, lontana da modi di fare irruenti o avventati. La città lo piange e lo piangono tutti coloro che hanno collaborato con lui.
Le più sentite condoglianze alla famiglia».