ROMA – “Il Movimento 5 Stelle si batte da sempre contro le sperpero di soldi pubblici, ancor più quando le opere in cantiere arricchiscono i soliti noti danneggiando territori e vita deicittadini, è il caso della Orte – Mestre, per la quale abbiamo presentato una mozione a prima firma Spessotto” lo rende noto il portavoce 5 Stelle della Tuscia Massimiliano Bernini che aggiunge “Dopo il vergognoso silenzio tenuto in Aula dal Governo in fase di discussione della mozione del M5S contro la realizzazione della Orte-Mestre, il PD ha presentato, all’ultimo minuto una mozione scarna e priva di un impegno duraturo per lo stralcio definitivo dell’intera opera, richiesto invece chiaramente dalla mozione M5S. Tra gli impegni anche uno per sostenere la Orte-Civitavecchia, opera che però non è accessoria alla Orte-Mestre e che in nessun caso gli deve essere accumunata, di cui la Tuscia attende da anni il completamento.

 

Nonostante quelli che sembravano i buoni propositi del neoMinistro Delrio la realizzazione della Orte –Mestre rimane quindi in bilico per il futuro prossimo, non c’è stata infatti la volontà politica da parte della maggioranza di Governo di imprimere una svolta decisiva alla politicainfrastrutturale di questo Paese e alla sua programmazione, fermando una volta per tutte questa opera inutile e dannosa. Quindi non c’è alcuna garanzia sul fatto che il Governo non la reinserirà in uno dei prossimi provvedimenti, anzi, vista l’influenza che il Nuovo Centro Destra esercita sul Governo,probabilmente ne sentiremo presto ri-parlare.

 

Invece di accogliere quelle richieste che provengono direttamente dai cittadini e dagli amministratori locali, il Governo ha preferito ancora una volta andare avanti per la sua strada, in manierastrumentale e senza possibilità di confronto. La cancellazione della Orte-Mestre dal Documento di economia e finanza approvato Consiglio dei ministri è un primo passo che va nella direzione auspicata dal Movimento 5 Stelle, tuttavia – conclude Bernini – non ci basta e continueremo a vigilare affinché i cittadini vengano informati e coinvolti nelle opere che impegnano i territori in cui vivono.”

Commenta con il tuo account Facebook