Divario digitale: mai come ora queste parole sono risuonate chiare nella loro drammaticità e ci si è resi conto della necessità di adeguate infrastrutture che permettano l’accesso al web e ai servizi che la rete Internet offre; le istituzioni hanno il dovere perciò di fare la loro parte.

“Rispondo all’appello lanciato da alcuni Sindaci di comuni di zone montane e rurali che si sono trovati pressoché isolati per mancanza di connessione durante la recente quarantena. L’emergenza covid-19, infatti, ha reso evidente quanto importante sia avere un accesso alla rete internet e ai suoi servizi per il lavoro e la produttività, certamente per lo svago, ma anche per lo studio e per poter comunicare con la pubblica amministrazione”. Lo afferma Silvia Blasi consigliere regionale del Movimento 5 stelle che inoltre aggiunge: “questo divario digitale, si rende molto più evidente nei piccoli comuni e nelle zone rurali nelle quali, spesso e volentieri, è impossibile fare una telefonata, figuriamoci poi accedere a Internet con lo smartphone”.

Il diritto alla cittadinanza digitale è ormai argomento di discussione da anni ed è consacrato dalla Nazioni Unite alla stessa stregua dei diritti fondamentali dell’uomo. Anche la nostra magistratura si pronuncia in modo univoco sull’effettività ed esigibilità di questo “nuovo” diritto.

“Accesso alla banda larga, il coordinamento di tutte quelle iniziative politiche ed istituzionali atte a garantire la copertura del servizio mobile da parte degli operatori di telefonia, la programmazione di misure di sostegno economico alle famiglie e alle imprese per affrontare i costi, oltre che tempi certi di realizzazione delle necessarie infrastrutture sono le richieste che ho presentato in una mozione indirizzata al Presidente della regione Lazio e alla Giunta regionale”. Cosi ancora la Blasi che conclude: “il divario digitale è un ostacolo allo sviluppo del territorio e le azioni messe in campo per superarlo sono urgenti e improcrastinabili; spero che il suggerimento possa essere accolto e si possa lavorare assieme per migliorare la qualità della vita dei cittadini che passa anche per un accesso alla rete efficiente e veloce”.