VITERBO – “Sembra che il piatto forte di questa città sia l’incuria del “verde pubblico” se è vero, com’è vero che, puntualmente, con l’avvicinarsi della stagione estiva, la vegetazione ai bordi dei marciapiedi e nei parchi diventa una muraglia di erbacce e di siepi incolte, per nulla tagliate o, al massimo, tagliate a metà.

Almeno così risulta dopo una fugace passeggiata che ci ha dato l’occasione di effettuare una sorta di “safari fotografico” nel popoloso quartiere di santa Barbara, attraverso il quale si è messo in evidenza lo stato di abbandono in cui versa da sempre questa parte della città, confermando ancora una volta un vuoto gestionale che non è sempre e solo causato da ristrettezze economiche ma, più colpevolmente, dalla cronica carenza di attenzione verso un quartiere troppo spesso predestinato a subire inefficienze tecniche e politiche.

Tutto lascia pensare che questa deleteria situazione sia diffusa anche nel resto della città e, tanto per fare un esempio, basta citare strada Riello, da tanti anni senza manutenzione ed interventi, ormai ridotta a “sentiero amazzonico” e, praticamente, svanita tra rovi e vegetazione fin troppo esuberante.

A questo punto, FondAzione chiede come e quando l’Amministrazione Comunale e l’Assessore preposto intendono intervenire per riportare in sicurezza e nel giusto decoro la città e il suo “verde pubblico”.

Roberto Talotta
Direttivo Comunale di FondAzione per la Tuscia

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email