CANEPINA – “Una chiara presa di posizione a favore dell’acqua pubblica, che dimostra la volontà del Comune di Canepina di porre in essere tutte le attività volte al salvataggio della Talete”. Così Aldo Maria Moneta, sindaco del centro cimino, dopo il consiglio comunale di martedì 3 febbraio, che ha delegato la giunta a verificare se sussistono le condizioni giuridiche e finanziarie per adottare i provvedimenti indicati nel Parca (Piano aziendale di rilancio della società).

 

A questo punto la giunta comunale di Canepina conferirà mandato al segretario e al responsabile economico per svolgere tutti gli adempimenti tecnici necessari (non escludendo, peraltro, anche la possibilità di un parere legale). “Sosteniamo il lavoro fatto dal consiglio di amministrazione di Talete e crediamo nella gestione pubblica dell’acqua non solo a parole, ma con atti concreti. La nostra posizione è stata sempre questa e la portiamo avanti con convinzione”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email