“C’è chi ha portato l’Italia sull’orlo del baratro e chi, invece, come in Regione Lazio, ogni giorno cerca di dare risposte ai tanti problemi dei cittadini. Un esempio lampante è l’approvazione delle legge sul caporalato, che riconosce diritti e dignità in un settore strategico per il nostro territorio come quello dell’agricoltura” – Così in una nota Rodolfo Lena, presidente della Commissione regionale Sicurezza, Legalità e Antimafia dopo l’approvazione alla Pisana della legge per il contrasto del caporalato.

“Abbiamo resistito – continua – ai tentativi di ostruzionismo della minoranza, siamo arrivati a notte fonda, ma alla fine il Consiglio Regionale ha dato il via libera a un testo di grande importanza, a favore del diritto al lavoro e della dignità delle persone, per il contrasto della criminalità che spesso costringe lavoratori a prestare servizi in condizioni critiche e senza il giusto riconoscimento economico. A testimonianza dell’attenzione del Presidente Zingaretti alle troppe difficoltà nel mondo del lavoro, c’è stata anche la volontà di inserire con un emendamento una norma che consente il rinnovo dei contratti ai tirocinanti del settore della giustizia. La Regione aveva già stanziato i fondi, ora sarà possibile garantire una prospettiva di serenità per centinaia di lavoratori e famiglie del Lazio” conclude Lena.

Commenta con il tuo account Facebook