Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Come in tutte le professioni l’aggiornamento costituisce una pratica indispensabile al fine di svolgere al meglio il proprio lavoro.

 

Un concetto, questo, sposato a pieno titolo dalla Provincia di Viterbo e dal console del Touring Club di Viterbo, Vincenzo Ceniti, promotore di un ciclo di conferenze gratuite miranti a fornire ulteriori spunti di riflessione e di approfondimento alle guide turistiche.

 

Tali incontri, dedicati al suddetto target ma comunque aperti al pubblico, si svolgeranno, a partire dalle ore 17, nei cinque martedì presenti all’interno del mese di marzo ed avranno luogo presso la Rocca Albornoz, sita in Piazza della Rocca.

 

Si parte il 3 marzo con “Sebastiano del Piombo. Tavole Pietà e Flagellazione; seguiranno le conferenze sul Parco dei Mostri di Bomarzo (10 marzo), sulla Pittura parietale del XII-XV secolo nelle chiese del Viterbese (17 marzo), sulle tombe dipinte di Tarquinia (24 marzo) e sui villaggi etruschi di Acquarossa e San Giovenale (31 marzo).

 

Un’iniziativa indubbiamente lodevole, quella messa in campo dal Touring Club Viterbo, che mira a valorizzare ulteriormente il settore turistico provinciale, sul cui futuro, però, continuano ad addensarsi nebbie impenetrabili.

 

“Secondo le recenti riforme – spiega l’assessore provinciale al Turismo, Andrea Danti – le competenze in merito al settore turistico dovrebbero passare dalla Provincia alla Regione; peccato però che la Pisana non abbia ancora ricevuto alcun tipo di risorsa o indicazione relativa alla gestione. Purtroppo siamo nel caos più totale. Di chiacchiere ne sono state fatte tante, ma la verità è che nessuno sa nulla e che l’incertezza continua a regnare sovrana.

 

E a proposito dell’opera svolta dalla Provincia nel corso di questi 5 anni – conclude Danti – devo dire che la mia personalissima esperienza amministrativa come assessore, giunta ormai al termine, mi ha reso realmente soddisfatto. Questo ente ha infatti dimostrato con i fatti di avere a cuore questo settore, che rappresenta una vera e propria industria a disposizione del territorio, da curare e far crescere sulla base delle enormi ricchezze che la Tuscia possiede”.

 

Alcune guide turistiche presenti alla conferenza di presentazione
Alcune guide turistiche presenti alla conferenza di presentazione