CIVITA CASTELLANA – “Pregiatissima Dr.ssa Rita Piermatti Prefetto di Viterbo, sono purtroppo a disturbarLa , perché il Comune di Civita Castellana come ormai divenuta una consuetudine, risulta spesso inadempiente nelle risposte sia alle interrogazione con risposta scritta, sia alle istanze con cui si chiedono documentazioni e atti amministrativi.

 

Faccio presente che l’interrogazione in oggetto si riferisce alla spinosa questione sull’attività del Responsabile dell’Area di Vigilanza , la cui nomina per il modus operandi eseguito dalla Giunta municipale ha suscitato numerose rimostranze non solo da parte degli organi politici, ma soprattutto da parte dei Sindacati di categoria .

 

La porto a conoscenza che   l’art. 33” ATTIVITA’ ISPETTIVA-INTERROGAZIONI-INTERPELLANZE- MOZIONI del vigente  Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale di Civita Castellana , al comma 3 recita :” Il Sindaco o L’Assessore da lui delegato rispondono, salvo casi d’urgenza , entro quindici giorni , alle interrogazioni ed ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai Consiglieri con richiesta di risposta scritta”.

 

Nonostante siano trascorsi i tempi previsti  dal regolamento,  ad oggi non ho ancora avuto risposte in merito. Pertanto, per poter svolgere nel migliore dei modi il mandato conferitomi dagli elettori,  confido in un Suo intervento. Nella speranza che la presente istanza , venga presa in considerazione sollecitamente dalla S.V. , colgo l’occasione per inviarLe distinti saluti”.

 

Carlo Angeletti
Consigliere Comunale di Civita Castellana

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email