“Sassacci e Borghetto le Cenerentola di Civita Castellana.

Sono ormai decenni che, come opposizione, lamentiamo le croniche carenze ed i deficit strutturali che da sempre discriminano le frazioni di Civita Castellana ed i loro residenti, tanto da creare delle differenze sostanziali nella fruizione di diritti che dovrebbero essere, invece, appannaggio di tutti.

A partire, ad esempio, – scrivono Paola Proietti e Federico Valori, candidati consiglieri Fratelli d’Italiadall’istruzione o dalla sanità.

Già nella campagna elettorale del 2009, l’allora candidato sindaco Gianluca Angelelli parlava di riqualificazione del territorio, attivazione di wi-fi/Adsl, apertura di un ambulatorio medico e di uffici comunali, apertura di uno sportello bancomat.

Ad oggi, a distanza di ben dieci anni, tutte le promesse di allora sono rimaste tali e Sassacci e Borghetto continuano a ad essere considerate come dei “ghetti”, ricordate solo in campagna elettorale e sfruttate per il grande potenziale di voti in grado di rappresentare.

Soprattutto l’apertura di un ambulatorio sta diventando di primaria importanza per le persone anziane che non guidano e per recarsi dal proprio medico devono prendere gli autobus o fare centinaia di metri a piedi.

Altrettanto urgente è la riqualificazione del manto stradale della Zona Industriale Prataroni che versa in condizioni pessime pregiudicando tutto l’indotto industriale.

I cittadini di Sassacci e Borghetto avvertono, in maniera sempre più urgente, il bisogno di un’amministrazione vicina che faccia uscire la frazioni dal loro isolamento.

Proprio per questo l’idea di Fratelli d’Italia è quella di creare un assessorato ad hoc, esclusivamnte dedicato alle frazioni che possa rappresentare direttamente le problematiche all’interno del Comune, garantendo una risposta immediata alle priorità dei residenti”.