Le RSU FP CGIL e le RSU UIL FPL vogliono esprimere al lavoratore del Comune di Civita Castella, il funzionario Dott. Marco Tomassetti, vicinanza e solidarietà.

«Quest’atto, perpetrato in danno del funzionario all’ingresso della Casa comunale, dovrebbe fare allarmare le istituzioni Tutte.

Un atto chiaramente intimidatorio nei confronti dell’Ente, per le modalità e il luogo in cui posto in essere e per il ruolo svolto dalla vittima, responsabile dell’area gare e contratti e finanza, che non lascia il campo a diverse valutazioni, né a banalizzazioni e che non può ridursi ad una mera ed occasionale bravata di due giovani capitati lì per caso.

Si impone quindi, una netta presa d’atto dell’Amministrazione in carica ed una risposta immediata affinché tenga conto delle criticità più volte evidenziate nella carenza di organico in vari settori, con particolare attenzione a quelli destinati a garantire la sicurezza ed al mantenimento dell’ordine pubblico, quale il servizio di Polizia Locale che conta pochissime unità e del tutto insufficienti per il territorio comunale».

Articolo precedenteCaporossi (Lega): Puntiamo ad un grande progetto per lo sviluppo dello Sport a Viterbo
Articolo successivoViterbo, il 15 febbraio in via della Palazzina verrà effettuato il taglio erbe, spazzamento meccanizzato e pulizia caditoie