CIVITELLA D’AGLIANO – “Civitella D’Agliano si sveglia e, prendendo atto tramite un post pubblicato sulla pagina del profilo Facebook gestito dal Comune, viene a conoscenza di una nuova novità: la scuola elementare di Civitella non ha più la classe 4. Sbalorditivo! Si legge dal post: una settimana fa la dirigente scolastica ha informato il sindaco che il gruppo di apprendimento, per il quale la precedente amministrazione Mancini aveva combattuto con forza per ottenerlo, attuale 3′ elementare della scuola primaria, non sarà autorizzato per il prossimo anno poiché i frequentanti sono diventati solo 4.

 

Nel 2012 questo problema si ebbe poiché gli iscritti non raggiungevano il limite di legge indicato a 15 alunni, ma con tenacia e l’aiuto della popolazione oltre che di enti preposti, l’allora sindaco Mancini riuscì ad ottenere un “gruppo di apprendimento”, legato al plesso di Bagnoregio, ma che garantiva ai bambini di poter seguire le lezioni e studiare nella scuola di Civitella D’Agliano. Misteriosamente il gruppo di 9 bambini frequentanti la 3′ classe nell’anno scolastico 2014/2015, per la 4′ classe è’ sceso a 4, perché 5 bambini residenti sono stati spostati in altro istituto. La notizia è’ giunta ai cittadini di Civitella D’Agliano in data 25 maggio, tramite Facebook, il notiziario oramai più utilizzato per comunicati ufficiali da questa amministrazione che per lo stesso giorno alle ore 21 ha avuto l’indecenza di riunire il consiglio comunale per discutere due soli punti di dubbia urgenza, uno dei due una variazione al regolamento di utilizzo di Facebook stesso. Ora, alla notizia della chiusura della 4′ classe siamo rimasti tutti sorpresi, tutto ci saremmo aspettati tranne che si chiudesse una classe che non dava segno di non poter continuare ad esistere.

 

Noi ci chiediamo, cosa ha fatto il sindaco Mottura per permettere che ciò accadesse? Non ci chiediamo cosa abbia fatto per far si che il gruppo di apprendimento rimanesse, perché non vi erano dubbi sul fatto che ci fosse, ma ci chiediamo il contrario, cioè cosa si è’ fatto per farlo chiudere? È’ scandaloso che il sindaco Mottura e la sua giunta, con l’assessore preposto alla scuola, sempre presente alle riunioni fra insegnati e genitori, come a lui e ai suoi sostenitore piace sottolineare, non abbiano fatto nulla per andare incontro alle esigenze delle famiglie che hanno improvvisamente deciso di iscrivere i propri figli nella 4′ classe di altri istituti. Ma da una amministrazione che si preoccupa solo di regolamentare l’uso di Facebook convocando e pagando con soldi pubblici i gettoni di presenza dei consiglieri, anziché portare in consiglio il problema scuola, come anche quello attualissimo dell’acqua e di Talete, e cercare di trovare una linea o un modo per scongiurare la chiusura, cosa ci si deve aspettare? Ma la cosa ancora più bella, sarcasticamente, che ci chiediamo è: un sindaco come Mottura può veramente continuare a rappresentare una cittadinanza con orgoglio? Potrà mai battersi affinché si possa avere il meglio per Civitella D’Agliano, lottando contro tutti e tutto come fatto in passato? La risposta è chiara, no. Non è in grado come non lo è la sua giunta, preoccupata solo di apparire e regolamentare le cose futili. A tutto questo noi diciamo no, noi che abbiamo sempre detto di voler essere un’opposizione costruttiva, come già fatto per l’entrata in Talete, cercheremo di proporre soluzioni, con la speranza che non sia veramente così tardi per poter fare qualcosa”.

 

Francesca Fiordigigli Consigliere Comune di Civitella d’Agliano

Antonio Mecaroni Consigliere Comune di Civitella d’Agliano

Gian Marco Lupaccini Consigliere Comune di Civitella d’Agliano (foto)

Commenta con il tuo account Facebook