I Consiglieri di minoranza del comune di Vetralla respingonocon forza al mittente le accuse rivolte alla minoranza e, di contro, si denuncia l’atteggiamento arrogante e sordo al confronto, da parte della maggioranza del Comune di Vetralla che – a discapito dell’interesse di tutti i cittadini – manca di un dialogo politico costruttivo.

La mancanza di un dialogo politico costruttivo e aperto al confronto, con atteggiamenti, spesso denigratori e insofferenti – da parte di alcuni assessori – nei confronti della minoranza, non giova al buon andamento della gestione amministrativa comunale. 

Si respinge l’accusa che la minoranza non abbia argomenti su cui dibattere, in quanto nell’ultimo Consiglio sono state formulate – per oltre tre ore – interrogazioni consiliari su moltissimi argomenti di interesse della cittadinanza, alle quali sono state fornite spesso risposte inadeguate ed evasive. 

Inoltre, si tiene a precisare che l’abbandono dell’aula consiliare – da parte della minoranza – prima della discussione volta alla ratifica della variazione di bilancio, è scaturita dalla constatazione di una grave irregolarità. Questa è l’ennesima dimostrazione della sistematica superficialità con la quale questa amministrazione affronta le questioni amministrative, mettendo con le spalle al muro la minoranza.

Si denuncia la circostanza che i Consigli comunali vengano convocati raramente e all’ultimo momento, senza possibilità di approfondimento e confronto delle tematiche in Commissione. 

Basti pensare che negli ultimi sei mesi sono stati convocati solo tre Consigli comunali!

Siamo di fronte ad una amministrazione totalmente appiattita sulle sole posizioni del gruppo Fratelli d’Italia e, in particolare, dell’assessore Zelli che soggioga e adombra gli altri componenti dell’esecutivo, anche di lunga esperienza amministrativa, quali Gidari e Bacocco. 

Il Super assessore, dal dono dell’onniscienza, risponde sempre su qualunque argomento, persino in sostituzione del primo cittadino. 

In barba allo spirito democratico della norma, considerare le interrogazioni consiliari, quale una inutile perdita di tempo, non giova alle scelte di questa città che per progredire e affrontare le sfide imposte da questo particolare momento storico, necessita della messa in campo – unitaria – di tutte le forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione. 

In merito alla situazione della Società in house “Vetralla Servizi”, si rappresenta che questa amministrazione, dopo quattordici mesi dal suo insediamento, non sia stata capace di proporre un nuovo piano industriale nonostante abbia ampiamente criticato quello attualmente in vigore, approvato – nel giugno 2021 – dalla precedente amministrazione.

Non è ammissibile che una società come la Vetralla Servizi, che garantisce la realizzazione di servizi essenziali per la città di Vetralla e assicura il funzionamento di diversi uffici, con l’impiego di oltre 50 unità di personale, qualificato e formato, possa essere abbandonata in balia degli eventi, con un amministratore unico che sembrerebbe minacciare quotidianamente le proprie dimissioni.

Purtroppo il “tesoretto” di quanto sia stato programmato, avviato e finanziato dalla precedente amministrazione sta per esaurirsi e, dal momento che ci sarebbe davvero tanto da fare, ci si auspica che l’amministrazione in carica possa occuparsi – con serietà e onesta intellettuale – di tutte le questioni riguardanti lo sviluppo della comunità di Vetralla, riconoscendo la giusta priorità alle questioni più urgenti e indifferibili.

In tutto ciò, questa minoranza afferma la propria disponibilità al confronto e al dialogo costruttivo, rigettando con forza modalità dispotiche e autoreferenziali di gestione della cosa pubblica”.

Articolo precedenteOpen Day dell’Istituto Comprensivo Carmine
Articolo successivoTorna al successo lo Sporting Club Thule, che supera per 6-3 in trasferta i romani del Santa Gemma e chiude in bellezza l’anno solare 2022