“È nostra ferma intenzione, nel totale ed esclusivo interesse dei cittadini e del nostro territorio, – comunicano in una nota dal Coordinamento Lega Salvini Nepi – accendere i riflettori e tenere alta l’attenzione, chiedendo anche i necessari chiarimenti agli organi competenti, sulla situazione che riguarda la località Gabelletta, nello specifico l’incrocio della Cassia Bis con la via per Nepi.

Secondo i dati della polizia locale, competente per territorio, sono stati una decina gli incidenti, con conseguenze serie, soprattutto per le persone, da inizio anno ad oggi.
Il più grave, quello del 2 luglio, dove un nostro concittadino ha perso la vita in uno scontro che ha coinvolto tre auto.

A rendere particolarmente pericoloso questo tratto di strada, è l’immissione sulla statale, dove gli automobilisti sono costretti ad attraversare tutta la carreggiata mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella degli altri.
Centinaia sono le persone che, al giorno,  attraversano questo incrocio pericoloso, intenti a raggiungere i propri posti di lavoro, di studio o di qualsiasi altra necessità.  

Come gruppo Lega Salvini Nepi intendiamo manifestare il nostro più totale disappunto per la situazione di stallo che, nonostante i continui solleciti da parte del Comune di Nepi,  hanno ingenerato gli organi regionali, lasciando il territorio senza alcuna risposta, nonostante il progetto di costruzione di una rotatoria già presentato da diverso tempo.

Tipico della giunta Zingaretti che, ci auguriamo, libererà presto la Pisana con il prossimo voto. Noi siamo pronti e con le idee chiare che vedono tra le nostre priorità la riqualificazione e l’ottimizzazione delle rete stradale e ferroviaria, urgenza improcrastinabile della Tuscia”.

Articolo precedenteAd Acquapendente le riprese del film su Gioacchino da Fiore
Articolo successivoDanza, la compagnia Atacama in scena al Teatro Boni