Giuseppe Conte

Il Premier Conte ha deciso ieri la chiusura delle attività non essenziali.
Restano aperte quattro macroareee: logistica e trasporti, farmaci e sanità, energia e agroindustria, servizi bancari, postali e finanziari.

Le restrizioni in chiave nazionale allo scopo di fermare l’avanzata del contagio di coronavirus sono valide fino al 3 aprile.

Consulta la LiSTA di quelle che restano aperte