«L’ospedale di Ronciglione è aperto solo al primo soccorso mentre i reparti attrezzati restano chiusi e utilizzati solo per ambulatorio.

Un tempo le strutture ospedaliere erano complete di macchinari a Ronciglione, Montefiascone, Civita Castellana, Acquapendente. Ora per la maggior parte queste sono strutture di secondo livello e Belcolle è il solo polo ospedaliero alle porte di Viterbo.

La situazione è al collasso, ambulanze in sosta nel piazzale antistante l’ospedale per ore, turni del personale sanitario anche di 12 ore senza sosta tanto da richiedere urgentemente l’intervento dell’esercito per alleggerire il lavoro del personale medico».

Così dichiarano in una nota il coordinatore provinciale di Viterbo di Cambiamo con Toti Pietro Lazzaroni ed il consigliere regionale del Lazio e responsabile nazionale organizzazione di Cambiamo con Toti l’on. Adriano Palozzi.