«Nell’attesissimo decreto Sostegni di aprile, quello che dovrà concentrare l’erogazione di risorse importanti, il comparto dell’ospitalità a tavola (Horeca) attende risposte vere – e sottolineo vere – riguardo ad alcune problematiche impellenti. La prima riguarda gli affitti che i piccoli imprenditori devono continuare a pagare nonostante siano stati costretti a chiudere. La seconda, il blocco della ripartenza dei mutui e dei finanziamenti. La terza, il blocco degli sfratti commerciali (e di quelli in esecuzione) per le imprese entrate in crisi a causa della pandemia. La quarta, l’indispensabile blocco delle licenze da attivare per alcuni anni, con l’obiettivo di evitare che la criminalità organizzata, o investitori esteri, possano acquistare eccellenze del nostro Paese, strangolate dalle restrizioni, per una manciata di euro».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente di MIO ItaliaMovimento Imprese Ospitalità.

«Nel frattempo, martedì 6 aprile MIO Italia manifesterà a piazza di Spagna, alle ore 16, assieme al Movimento Io Apro, La Rete delle Partite Iva, Apit Italia e Pin, contro le chiusure dei locali. E dal giorno dopo, lo ribadisco, migliaia di ristoratori italiani riapriranno le porte ai clienti nonostante i divieti. Non per protesta, ma per sopravvivenza», ha concluso Paolo Bianchini.