TARQUINIA – “Alle parole di solito seguono i fatti, ma per Bacocco non è cosi. Il ruolo affidatogli dal Sen. Fazzone ritengo sia stato un modo per traghettare Forza Italia fino ai congressi comunali e successivamente al congresso provinciale senza creare il “contenitore” dove poter fare e disfare a proprio piacimento.

 

Quello di Bacocco è un atteggiamento irresponsabile che condanniamo nel modo e nel merito. Siamo stanchi di una politica che non guarda le esigenze dei territori e che vuole a tutti i costi rimanere ai vertici di Forza Italia senza rispettare i regolamenti. Capiamo che per Bacocco sono questioni di lana caprina ma è nostro interesse dare risposte serie e concrete a chi ha scelto di aderire a Forza Italia nella convinzione di ritrovare quel sentimento e quelle vittorie che ci hanno contraddistinto negli anni passati. Bacocco ritiri le nomine effettuate e quanto prima indica i congressi comunali. Abbiamo in questi mesi scelto di partecipare al progetto di Roberto Viola riconoscendo in lui quelle doti umane e politiche di cui Forza Italia in questo momento storico ha bisogno.

 

Il lavoro portato avanti con i Club Forza Silvio da Viola congiuntamente alle tante persone rappresentative dei territori della nostra provincia sia di esempio per i commissari nominati e faccia riflettere i vertici del partito nazionale. La scelta di tornare sui territori e da lì costruire il futuro è un atto che va premiato, non servono i protagonismi emersi in questi ultimi mesi. Ricordiamo al commissario Bacocco che la gente è stanca di questo modus operandi; il nostro interesse è far rispettare i regolamenti pertanto già dai primi di marzo si apra la stagione congressuale così come già fatto in tanti altri territori. Solo Viterbo, per motivi che conosciamo bene, rimane fuori da questo schema e non è assolutamente possibile”.

 

Club Forza Italia Tarquinia