VITERBO – “Prendiamo atto per l’ennesima volta della volontà della maggioranza consigliare in seno alla Provincia di Viterbo di voler essere autosufficiente rispetto alle forze di opposizione utilizzando un atteggiamento assolutamente autoreferenziale.

Questa mattina è stato convocato il Consiglio Provinciale e tra gli altri punti è prevista l’approvazione del rendiconto di gestione, la rinegoziazione di mutui e il riconoscimento di debiti fuori bilancio, argomenti che a nostro vedere meritavano una profonda condivisione e delle attente valutazioni più che mai condivise.

Seppur siano state nominate le commissione consiliari permanenti, tra cui la commissione bilancio, il provvedimento arriva direttamente in consiglio provinciale . Facciamo notare che soltanto la commissione lavori pubblici è stata convocata grazie al presidente Gianluca Grancini membro del gruppo consiliare “Centrodestra Unito e civici” alla quale ha preso parte oltre che l’opposizione esclusivamente un consigliere di maggioranza.

Se questo è la modalità con la quale si pensa di continuare a gestire l’ente noi ribadiamo la nostra ferma contrarietà . Al fine di manifestare questa nostra indisponibilità a continuare su questa strada oggi non saremo presenti al consiglio provinciale. I cittadini possono toccare con mano l’assenza di questa amministrazione dall’erba lungo le strade provinciali al mancato riassetto funzionale dell’ente. Si lavora sempre per “abbiamo urgenza di” non esiste programmazione e si naviga a vista in un mare burrascoso creato dalla riforma dell’ex Ministro PD Graziano del Rio che ha di fatto messo in ginocchio le Province italiane.

Mentre più volte a parole ci è stata garantito il coinvolgimento dell’opposizione, nei fatti si continuano ad adottare con decreti del presidente provvedimenti di riassetto del personale parziali e poco funzionali nomine del nucleo di valutazione o di rappresentanti dell’ente in seno ad importanti consigli di amministrazione senza coinvolgimento alcuno.

Il gruppo “Centrodestra Unito” ha seguito e segue con attenzione l’attività amministrativa portata avanti in questo periodo e si riserva di valutare iniziative tese a ristabilire criteri di buona amministrazione, di efficienza ed economicità.

Nel contempo richiamiamo il presidente Nocchi ad una maggiore responsabilità e alla consapevolezza che la sua maggioranza è oggi più che mai minoranza assoluta nel Paese. I cittadini meritano un’amministrazione provinciale in grado di poter risolvere con la dovuta attenzione le problematiche di questo territorio”.

Gruppo consiliare “Centrodestra unito e Civici”
Provincia di Viterbo
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email