«Si è tenuta questa mattina una riunione di Anci Lazio, come avevo richiesta durante l’ultimo direttivo regionale, alla presenza dell’assessore regionale all’urbanistica Valeriani, relativa alle problematiche del Ptrp, stante le crescenti preoccupazioni estese da cittadini, imprenditori e tecnici del settore.

Nell’occasione odierna, – comunica Andrea Di Sorte, Vicesindaco di Bolsena e Coordinatore provinciale di Viterbo Anci Lascio – sono stati sviscerati i problemi sulle tempistiche, il vulnus normativo e le difficoltà degli uffici tecnici di questi mesi. L’assessore regionale, che ringraziamo per l’attenzione e la disponibilità dimostrata, ha assicurato in questa sede che il nuovo Ptpr è già in dirittura d’arrivo e che tra il 3 ed il 10 marzo sarà presumibilmente approvato con un testo condiviso da tutte le forze politiche.

Ritengo sia una buona notizia, dopo tanti mesi di silenzio che aveva fatto arenare moltissime pratiche edilizie per l’incertezza a cui gli uffici tecnici sono stati costretti dal momento della pronuncia della corte costituzionale dello scorso novembre.

L’assessore regionale ha anche annunciato la volontà di collaborare con l’associazione per l’istituzione di un tavolo operativo, sulla scorta dell’ufficio di scopo già esteso in materia di rigenerazione urbana. La direzione è quella di un ripensamento generale della materia, in cui le parole riuso e recupero assumono un ruolo strategico di programmazione generale.
Una iniziativa importante che, se resa celermente operativa, consentirà all’Anci e ai comuni di chiarire direttamente con la Regione questioni complesse che attengono la pianificazione e la tutela del territorio.

Ringrazio il sindaco di Valentano, Stefano Bigiotti che in qualità di delegato all’urbanistica e lavori pubblici per Anci Lazio, si è fatto promotore delle interlocuzioni tenute con l’assessore regionale, certo che seguirà, con la consueta attenzione e accortezza, l’iter operativo con la Regione.
Il percorso così avviato dal delegato all’urbanistica dell’Anci apre opportunità di concreta collaborazione per tutti i comuni del Lazio.
Si tratta di iniziative di rilievo che Bigiotti saprà cogliere e promuovere adeguatamente, di cui va riconsociuto merito e valore».