“Quello che sarà deciso Lunedì 5 Dicembre 2022 nel Consiglio Provinciale a proposito del distacco della sede del Liceo U.Midossi chiesto dal Sindaco di Nepi Franco Vita, per accorparlo all’Istituto A. Meucci di Ronciglione, porterà a delle gravi conseguenze che peseranno sulla testa di molti”. 

Così si legge in un comunicato del Dipartimento Istruzione di Fratelli d’Italia che prosegue:

“Con questa proposta, il primo cittadino di Nepi non si è minimamente confrontato né con il Dirigente Scolastico dell’Istituto né con il Sindaco di Civita Castellana Luca Giampieri, paese che fa da sede centrale all’Istituto U. Midossi. Neanche i docenti e i genitori degli alunni hanno avuto una loro parte in questa decisione, scomparsi anch’essi dal radar del Sindaco Vita.

Non ci sono motivazioni reali che possano aver portato il Sindaco Vita a questa richiesta. 

Il Liceo Linguistico- Scientifico di Nepi, oggi anche Lieo delle Scienze Umane è, infatti parte integrante di un Istituto che ha come sua peculiarità la pluralità di Indirizzi che lo hanno portato negli anni a costruire progetti che hanno visto la partecipazione di tutti gli studenti presenti nell’istituto. 

Uno delle ultime attività ha visto collaborare i vari membri della scuola all’interno del Progetto Vignale, dove gli studenti hanno avuto l’opportunità di tradurre in tre lingue diverse l’apparato didattico dell’esposizione archeologica, oltre ad aver progettato autonomamente le pagine web applicate poi sul sito della scuola.

La richiesta di accorpamento al Liceo A. Meucci di Ronciglione nasce, infatti, da una visione antica e retrograda della scuola ovvero la visione separata dei vari indirizzi scolastici: licei con licei ed istituti tecnici con istituti tecnici. 

In quest’ottica però, sfugge qualcosa. 

Il Liceo U. Midossi in realtà dovrebbe essere accorpato al Liceo A. Meucci di Ronciglione, data la richiesta di distacco del Sindaco di Bassano Romano Emanuele Maggi dal Liceo A. Meucci in modo tale da creare una propria presidenza. Questa manovraporterebbe, ovviamente, ad un sottodimensionamento del Liceo di Ronciglione, che rischierebbe così di essere in grave difficoltà nei numeri. 

D’altronde, se la ratio con cui il Sindaco di Nepi ha richiesto l’accorpamento per un mero fine “didattico”, come si potrebbe concedere un distacco a Bassano Romano che ha in sé indirizzi quali: ITIS, Liceo linguistico e Liceo delle scienze Umane?

Contrari a queste richieste si sono già espressi sia il Consiglio di istituto del Midossi sia quello del Meucci, insieme alla contrarietà del Collegio dei docenti e il parere contrario dato anche dall’Osservatorio Scolastico Provinciale.

Rimanendo concordi con le richieste inviate dagli Istituti scolastici di aumentare i loro indirizzi, compreso l’Istituto U. Midossi con la richiesta di attivazione dell’indirizzo di Robotic per far fronte alle esigenze del polo industriale di Civita Castellana, e anche ad unarichiesta del Turistico con indirizzo alberghiero per Bagnoregio, si resta profondamente contrari a quella di distacco della sede del Liceo linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane di Nepi dalla sede centrale di Civita Castellana.

Le ragioni di questa nostra contrarietà nascono da motivazioni che non sono state assolutamente valutate dai richiedenti, ovvero la difficoltà delle famiglie che dovrebbero spostarsi su Ronciglioneper eventuali pratiche di segreteria, considerando come il bacino di utenza della sede di Nepi arrivi fino a Campagnano; lemotivazioni storiche, che vedono nell’Istituto U. Midossi una sede di antico prestigio e che, a causa di questa proposta, potrebbe trovarsi in sofferenza numerica. Per ultimo, ma non per importanza, la messa a rischio dei posti di lavoro di docenti e di collaboratori scolastici, tristi spettatori di una proposta priva di fondamenti logici”. 

Articolo precedenteL’IC “Ettore Sacconi” pronto a riproporre il Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia
Articolo successivoGiovanni Faperdue presenterà il suo ultimo libro “VITERBO STORIA E CONCLAVI”