Barelli - Capitani - Romoli - Tizi - Biancucci

VITERBO – “Caro Segretario Egidi, la sua memoria ci ricorda quella che Arthur Schopenhauer, descrive come una ragazza capricciosa e bizzarra che ora rifiuta in modo del tutto inaspettato ciò che ha dato cento volte, e poi, quando non ci si pensa più, ce lo porta da sé.

 

Ci perdoni la metafora ose’ Egidi tuttavia le sue parole sul nostro movimento di moderati e riformisti dette alla segreteria provinciale democratica le troviamo non solo fuori luogo e inopportune ma anche del tutto slegate dalla realtà, calate con una sorta di schizofrenia politica che le fa’ trovare il tempo di attaccare un nuovo soggetto politico nel mentre sta facendo vivere al suo partito il momento piu’delicato degli ultimi anni.

 

Evocare ed addittare moderati riformisti con parole sprezzanti additandoci come pezzi di destra , trasformisti ed altro significa non avere alcun pudore oltre a non riconoscere cio’che accade nel paese e non solo a Viterbo.

 

Se poi lo si fa avendo avuto caro segretario, piu di un rapporto con questi membri di moderati e riformisti con che ha generato le amministrarzioni di Acquapendente ,Nepi , Tarquinia, Montefiascone. Monterosi,Castel S Elia, Ronciglione, Bagnoregio e Capranica e potremmo continuare , questo è davvero degenere.

 

Ed infatti le esperienze politiche all’inmterno del soggetto politico di moderati riformisti non hanno bisogno di alcun esame del DNA da parte sua e del suo partito essendoci gia’ incontrati con i risultati sopra ricordati, al nostro interno vi sono soggetti che vengono da un civismo vero ed anche provenienti da esperienze politche come UDC , Alleanza Popolare, Scelta Civica, Socialisti che lo si ricordi SONO GLI ODIERNI ALLEATI E LA MAGGIORANZA DI GOVERNO DEL PRESIDENTE RENZI.

 

Non si scandalizzi dunque caro segretario agitando rapporti extra coniugali con “la destra”ma anzi pratichi un po di sana astinenza piuttosto che criticare i comportamenti e i costumi degli altri e si ricordi che l’unico rapporto vietato e non protetto, lo sta per avere lei col suo Partito al Comune di Viterbo qualora decidesse di votare o firmare con la destra quella vera che è in opposizione a tutti i governi di centro sinistra locale regionale e non ultimo nazionale”.

 

Coordinamento Provinciale moderati e riformisti

Commenta con il tuo account Facebook