ORTE – “Ancora un atto vandalico ai danni del PD di Orte. E’ stato strappato, da ignoti, il manifesto affisso sulla bacheca del Circolo per celebrare il 25 Aprile.

Questo fatto va a sommarsi ai tanti avvenuti in questi mesi, tra cui la croce celtica disegnata all’entrata della nostra sede con un pennarello indelebile.

Tutti episodi di piccola entità, ne siamo consapevoli, ma che testimoniano un clima via via sempre più irrespirabile.

La distruzione di un manifesto affisso per la Festa della Liberazione, in cui vengono valorizzate tre parole significative per l’Italia, libertà democrazia e antifascismo, ha un significato preoccupante.

Tale gesto testimonia il disprezzo verso i valori fondanti della nostra Repubblica. Che il 25 Aprile festeggia la liberazione dal cancro nazi-fascista e la riconquista di una libertà di cui ancora oggi godiamo.

Il 25 Aprile è la festa di tutti gli italiani, anche e soprattutto di quelli che per motivi anagrafici non hanno vissuto la dittatura e le vessazioni di un regime liberticida. E’ la nostra storia, la storia di un paese che ha reagito costruendo anche grazie al sangue versato da tanti partigiani una democrazia compiuta.

La memoria è importante perché custodisce gli anticorpi per evitare che gli orrori del passato si ripetano.

Questo ennesimo sfregio, oltre ad amareggiarci, lascia tanta rabbia dentro. Non indietreggeremo di un solo centimetro nella difesa dei valori in cui crediamo.

L’Italia è libera, democratica ed antifascista. Nonostante gli atti di qualche vigliacco che siamo sicuri, prima o poi, riusciremo ad individuare e perseguire, chiedendogli di rispondere legalmente delle sue stupide azioni.

Partito Democratico – Orte
Commenta con il tuo account Facebook