Sono passati 54 anni dalla morte di Jan Palach, il giovane patriota cecoslovacco divenuto il simbolo della resistenza anti-sovietica in tutta l’Europa.

Come afferma il Capogruppo di Fratelli d’Italia Laura Allegrini, “solo dopo la caduta del muro di Berlino, la figura di Palach fu rivalutata in patria, tanto da intitolargli la piazza principale a Praga. La destra italiana e viterbese invece non ha mai mancato di sottolineare e celebrare il sacrificio di Palach per la libertà”.

Con la delibera di giunta 365 del 22/12/2020, Il Comune di Viterbo decise di rendere onore a persone che si fossero distinte in vita e ritenute meritevoli da parte della comunità viterbese, dedicandole l’intitolazione di parchi e spazi pubblici urbani.

Fu dell’allora Assessore Contardo la proposta di trasformare questa procedura, precedentemente concentrata sull’intitolazione di vie e piazze cittadine, in intitolazione di parchi urbani pubblici e aree verdi, procedura più snella e rapida che non richiede la modifica dello stradario.

L’ intitolazione del parco in Via Tullio Cima come Parco Jan Palach è quindi già deliberata. Chiediamo quindi al Sindaco di procedere prima possibile all’ intitolazione con una cerimonia consona e significativa.

Articolo precedenteAl Teatro Bianconi di Carbognano la presentazione del volume “Il castello di Carbognano residenza di Giulia Farnese”
Articolo successivoVasanello: il prefetto Cananà, il presidente della Provincia Romoli ed il comandante del Reos, Rapposelli, alle celebrazioni in onore di S. Antonio Abate