Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Il primo consiglio comunale del 2015 si apre con un risvolto decisamente positivo. Il Comune di Viterbo si prepara infatti ad incassare i tre milioni di euro legati alla tristemente nota vicenda del buco di Esattorie.

 

Ad annunciarlo ufficialmente è l’assessore al Bilancio, Luisa Ciambella: “Al decreto ingiuntivo presentato dal Comune di Viterbo – ricorda Ciambella – la compagnia assicurativa Atradius si era opposta, in quanto disposta a pagare solamente una parte della suddetta somma. Già un anno fa i giudici si erano espressi attraverso l’accoglimento del decreto esecutivo. Decreto che, a seguito di una mail inviataci mercoledì 7 gennaio dal vice procuratore generale della Corte dei Conti, Ugo Montella, abbiamo saputo essere stato finalmente accolto e reso esecutivo. Alla luce di ciò i nostri avvocati si sono subito attivati affinché tale importo venga al più presto accreditato sul conto di Palazzo dei Priori. Certo è che fino a quando non vedremo questa somma nelle nostre casse non potremo essere pienamente soddisfatti”.

 

“Rendiamo merito all’amministrazione comunale per essere riuscita a portare a casa questo importante risultato – affermano all’unisono i consiglieri Marini, Frontini e Buzzi -. Adesso, però, si pensi anche alla salvaguardia dei 38 lavoratori ancora in attesa di conoscere il loro futuro”.

 

Particolarmente ironico l’intervento del consigliere di FondAzione, Gianmaria Santucci: “L’assessore Ciambella ha affermato che il Comune è riuscito in un’impresa a cui in molti non credevano. Ricordo però all’assessore che i primi a non credere in questa impresa erano proprio gli esponenti della giunta e della maggioranza, che in sede di bilancio sostenevano a gran voce la necessità di inserire un fondo di garanzia di 200mila euro dedicato proprio ad Esattorie. Capitolo che, ricordiamo, è stato eliminato solo grazie ai consiglieri di opposizione che, a differenza dell’amministrazione comunale, ha sempre creduto nella possibilità di recuperare tali crediti”.

Commenta con il tuo account Facebook