“In più occasioni e con note ripetute – scrive per FIALS Giancarlo Catani – l’organizzazione sindacale, ha portato all’attenzione delle SS.LL., la difficile situazione sanitaria nella ASL Viterbo relativa alla grave carenza di personale (medici, infermieri, OSS, tecnici di radiologia e di laboratorio assistenti e collaboratori amministrativi) ed i ritardi nell’applicazione delle procedure sulla stabilizzazione dei precari.
Sembra che la Regione Lazio, abbia approvato un sostanzioso aumento del budget per la spesa del personale ma ad oggi, ancora non abbiamo informazioni ufficiali in ordine alla entità di tale incremento, fondamentale per la definizione di una pianta organica rispondente alle mutate e reali necessità dei cittadini.
Non conosciamo inoltre le iniziative della ASL di Viterbo, in ordine alla cronologia per la pubblicazione dei bandi per procedere alla stabilizzazione dei numerosi lavoratori precari che hanno maturato i requisiti previsti di cui all’art. 1 comma 268 lett. b) della Legge n. 234/2021.
E’ evidente la difficoltà operativa per l’insufficiente numero di operatori negli ospedali, nei servizi territoriali e negli uffici, a fronte di una situazione pandemica in evoluzione in pieno periodo di riposo per le ferie estive, occorrono interventi tempestivi e mirati capaci di contenere e di ridurre le liste d’attesa e la mobilità di pazienti verso altri centri.
Per quanto sopra segnalato, la scrivente organizzazione sindacale chiede alle SS.LL. di fissare un incontro urgente con tutte le parti sociali interessate, per un confronto utile a tutela dei pazienti e dei dipendenti della ASL Viterbo”.

Articolo precedenteAccuse infondate al Sindaco su Facebook, cittadino condannato 4 volte per diffamazione
Articolo successivoMaury’s Com Cavi Tuscania, dalla Sabini Castelferretti arriva la giovane promessa Samuele Licitra