REGIONE – “Prevenzione ed inclusione sociale, educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile, assistenza e aiuto alle vittime di reati, valorizzazione di attività riguardanti il riuso sociale dei beni sequestrati e confiscati e promozione di servizi innovativi e di interscambio operativo e informativo fra forze di polizia, servizi sociali, organismi associativi e di volontariato.

 

Sono questi alcuni degli obiettivi dell’Avviso pubblico della Regione Lazio per favorire un sistema integrato di sicurezza nell’ambito del territorio regionale”. A renderlo noto è Riccardo Valentini, Vice capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

 

“L’Avviso – prosegue Valentini – è rivolto ai Municipi di Roma Capitale e ai Comuni del Lazio, mentre la scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 26 marzo. Una scelta – conclude Riccardo Valentini – dalla parte della legalità e della trasparenza, al servizio del territorio e della democrazia, al fianco di tutte quelle realtà che ogni giorno si impegnano in questa direzione: la lotta per la democrazia e il rispetto delle regole”.
Di seguito l’entità dei contributi regionali che possono essere concessi per ciascun intervento previsto.

 

· Promozione di servizi innovativi e di interscambio operativo e informativo fra i Corpi di polizia locale, le Polizie nazionali, i servizi sociali, gli organismi associativi e di volontariato: contributo massimo concedibile 40mila euro.
· Implementazione dell’attività di vigilanza sul territorio della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine attuato in termini di aumento del numero degli operatori di Polizia Locale, di capillarizzazione delle zone controllate e di ampliamento e/o diversificazione delle fasce orarie di pattugliamento: contributo massimo concedibile 50mila euro.
· Prevenzione ed inclusione sociale: interventi di mediazione sociale e/o culturale sul territorio e nelle scuole nonché iniziative volte alla prevenzione della criminalità ed alla sicurezza stradale: contributo massimo concedibile 50mila euro.
· Educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile: corsi di formazione e campagne informative volte a sensibilizzare il pubblico su tematiche che attengono alla sicurezza anche in relazione alla violenza di genere: contributo massimo concedibile 50mila euro.
· Educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile: percorsi formativi e informativi nelle scuole elementari, medie inferiori e superiori del personale scolastico e all’attivazione di programmi di sostegno ai minori vittime di atti di bullismo: contributo massimo concedibile 30mila euro.
· Educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile: iniziative di carattere educativo-sociale dirette alla prevenzione e alla individuazione di abusi su minori, nonché alla prevenzione di disagio e/o di devianza minorile, anche attraverso reinserimento di minori coinvolti in attività criminali: contributo massimo concedibile 30mila euro.
· Assistenza ed aiuto alle vittime dei reati: attivazione di un numero verde e/o creazione di uno sportello di assistenza psicologico-legale alle vittime di reati, in stretta connessione con le Istituzioni e le Forze dell’Ordine: contributo massimo concedibile 30mila euro.
· Valorizzazione di attività riguardanti il riuso sociale dei beni sequestrati e confiscati dall’Autorità Giudiziaria: contributo massimo concedibile 30mila euro.

Commenta con il tuo account Facebook