«Sono passati 20 giorni dall’ultimo Consiglio Comunale dove Fratelli d’Italia aveva presentato una mozione per impegnare l’amministrazione comunale su alcune modifiche importanti riguardo la nuova Ztl del centro storico.

In quell’occasione – ricorda un comunicato di Fratelli d’Italia Tarquinia – abbiamo ribadito come la riapertura dell’anello per tutti i cittadini,  l’installazione di appositi stalli dedicati all’asporto, oltre alla semplificazione dei pass per gli aventi diritto e l’esenzione Tari fossero interventi essenziali per sopperire alle esigenze dei cittadini residenti e di tutti gli esercizi commerciali che, ad oggi, già registrano un notevole calo del fatturato.

Misure che lo stesso Sindaco non solo ha voluto plaudire ma ha anche aggiunto come fossero già al vaglio dell’amministrazione e a breve messe in atto.

Oggi purtroppo dobbiamo riscontrare come di queste modifiche non solo non vi è ancora traccia ma ci sentiamo anche offesi perchè il comportamento assunto in consiglio comunale dalla maggioranza non ha sfociato in atti ed azioni concrete.
Non siamo contrari alla ZTL ma é chiaro che così come é non funziona; questo in sintesi il pensiero comune che raccogliamo quotidianamente dai cittadini.

L’atteggiamento collaborativo di Fratelli d’Italia forse non è piaciuto alla maggioranza che dimostra, per l’ennesima volta, di voler gestire tutto da sola e senza ascoltare.

Fratelli d’Italia sulla Ztl ha dimostrato vicinanza ai cittadini con una politica fatta, come sempre, di proposte che nascono dall’ascolto e dalle reali esigenze del tessuto economico.

Dal canto nostro continueremo a raccogliere testimonianze e proposte facendoci portavoci nelle sedi preposte con la speranza che l’amministrazione capisca che il dialogo ed il confronto sono alla base delle dinamiche che riguardano l’intera cittadinanza».