ORTE – “Intendiamo esprimere tutta la nostra soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa sulla gestione del ciclo dei rifiuti. La straordinaria risposta della cittadinanza, in termini di presenze e di contributi, ci dimostra che è possibile cambiare, tutti insieme. Esiste anche una politica buona, vicina ai cittadini, che fa proposte e le condivide con le persone, non sottraendosi mai al confronto. Una sala stracolma di persone tra cittadini, rappresentanti di gruppi civici, politici, associazioni ed amministratori. Presente tutto l’arco consiliare: Sindaco, Assessori, gruppi di minoranza.

 

Il Segretario del PD di Orte Angelo ZEPPA introduce l’evento, spiegando il senso della manifestazione: “Oggi non vogliamo puntare il dito contro nessuno ma soltanto formulare proposte e correttivi sulla gestione del ciclo dei rifiuti, partendo dall’analisi dello stato attuale dei fatti. Questa è una sfida da vincere tutti insieme. Differenziare bene e tanto, oltre a rappresentare un indiscutibile segno di civiltà, significa aiutare l’ambiente e far abbassare le tariffe che colpiscono il cittadino.”

 

Il Consigliere Comunale Antonella CLAUDIANI ha poi illustrato i dati della raccolta differenziata ad Orte, attraverso una presentazione multimediale, da cui è emerso un sostanziale fallimento della strategia adottata. Ad Orte la raccolta porta a porta è partita nel 2011 con un promettente 45% di differenziata, ma invece di migliorare, il dato del 2014 mostra una percentuale del 43,7 di differenziata, ben lontano dal 65% che in base al Decreto Ambiente del 2006, doveva essere raggiunto nel 2012.

 

La gestione dei rifiuti nel 2014 è costata al Comune di Orte ben 155.000 euro in piu’ di quanto costava nel 2010, con un costo pro-capite di circa 145 euro, rispetto ai 90 dei Comuni virtuosi dove la differenziata supera il 65%. Questo dato era scontato. L’esperienza insegna infatti che i costi del sistema di raccolta differenziata porta a porta iniziano a scendere solo quando la percentuale di differenziata supera il 65%, come conseguenza della riduzione dei costi di raccolta e smaltimento del rifiuto secco.

 

Cogliendo l’occasione della nuova gara che l’Amministrazione Comunale dovrà indire per la Gestione del servizio di raccolta rifiuti ed igiene urbana, il lavoro svolto dal PD di Orte mira ad avanzare delle proposte migliorative. Per spingere i cittadini a diventare “bravi differenziatori” e “grandi ricicloni”, la frequenza della raccolta dell’organico va aumentato da 2 a 3 soprattutto nel periodo estivo. Per disincentivare l’abbandono selvaggio dei rifuti, si é proposto di istituire un servizio di raccolta domiciliare degli ingombranti gratuito, per un numero di ritiri ed un volume prefissati ed a pagamento negli altri casi. Proposta valida anche per sfalci e potature, che erroneamente molti cittadini conferiscono nel secco, aumentando le quantità di secco da smaltire ed i relativi costi.

 

Elemento essenziale per la buona riuscita della differenziata è la formazione ed informazione costante, ancor più necessaria in un comune come Orte dove il ricambio di popolazione residente è notevole. Importante per questo la sensibilizzazione costante nelle scuole e l’opportunità di istituire giornate ecologiche per coinvolgere la popolazione sui temi di pulizia e decoro urbano . Sarebbe inoltre auspicabile il passaggio da un sistema di pagamento della TARI “tradizionale” (tassa sui rifiuti), ad un sistema di Tariffazione Puntuale per cui si paga in base alla quantità di rifiuto indifferenziato effettivamente prodotto, premiando quindi chi produce meno rifiuti.

 

Il Consigliere CLAUDIANI ha dichiarato: “Il sistema di gestione dei rifiuti è uno dei piu’ importanti indicatori del grado di civiltà di un paese ed uno degli obiettivi primari di una buona amministrazione comunale. Un buon livello di differenziata consente di ridurre l’imposizione tariffaria sui cittadini, ma soprattutto serve a tutelare il territorio in cui viviamo. L’ambiente è l’unico bene che dobbiamo preservare , è l’eredità piu’ importante che lasciamo ai nostri figli. Un buon sistema di gestione dei rifiuti si ottiene con la collaborazione di tutti”, aggiunge la CLAUDIANI: “Per questo le scelte in materia devono essere condivise con i cittadini e con le opposizioni. L’amministrazione comunale non puo’ pensare di esaurire i suoi compiti delegando tutto alla società appaltatrice del servizio come ha fatto fino ad ora”.

 

Italo CARONES, Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente del Comune di Oriolo Romano, è poi intervenuto portando l’esperienza diretta della sua realtà che ormai da anni risulta al primo posto per qualità ed efficienza della gestione del ciclo dei rifiuti nel Lazio e nel centro Italia. Dopo numerosi interventi in sala, è stata poi la volta del Consigliere Regionale Enrico PANUNZI, Presidente della commissione ambiente della Regione Lazio che, tirando le somme dell’iniziativa, ha sottolineato il grande impegno della Giunta ZINGARETTI sulla materia ambientale. Le risultanze dell’iniziativa saranno consegnate, nei prossimi giorni, al Sindaco e all’Assessore all’ambiente del comune di Orte. Questo è solo l’inizio di un percorso di approfondimento e di confronto che abbiamo avviato e che continuerà con sempre maggiore energia. Grazie a tutti i cittadini intervenuti, alla squadra che ha lavorato per la riuscita dell’evento, ad Antonella CLAUDIANI, Italo CARONES ed Enrico PANUNZI”.

 

Partito Democratico Orte

 

BodyPart(2)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email