Giunta Michelini sull’orlo del baratro

0

VITERBO – (M.C.) Non sono bastate le festività natalizie né tantomeno la settimana post Epifania per far sì che la maggioranza si ricompattasse. La riunione dei capigruppo, in programma per la tarda mattinata odierna, è infatti saltata a causa della mancanza del numero legale.

 

Determinante, in tal senso, è stato il capogruppo del Pd Francesco Serra (foto), che ha ribadito la sfiducia al sindaco per poi lasciare la riunione.

 

Un atto, questo, che sancisce ufficialmente la spaccatura tra i 7 consiglieri del Pd di area panunziana e il sindaco Michelini; spaccattura che ha avuto i suoi primi riflessi anche nelle commissioni consiliari: Melissa Mongiardo e Arduino Troili hanno infatti rassegnato le dimissioni dalle rispettive cariche (presidente della I e della IV commissione).

 

Il tutto nonostante il ritiro della candidatura a presidente del Collegio dei revisori dei conti da parte di Lorenzo Ciorba, gesto che avrebbe dovuto favorire un riavvicinamento delle due fazioni attualmente presenti in maggioranza.

 

La spaccatura sembra dunque insanabile e per Michelini è ormai giunto il tempo delle scelte: c’è chi invoca le dimissioni del primo cittadino, chi invece esorta il sindaco ad andare avanti. In un clima di più totale incertezza, in cui a regnare sovrane sono solo e soltanto le isteriche ripicche di natura politica tra seguaci di Michelini e “dissidenti” del Pd, l’unica cosa drammaticamente chiara resta il totale immobilismo dell’attività amministrativa, provocata da una giunta disperatamente attaccata alle poltrone e totalmente incapace di comprendere il proprio fallimento.

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.