Comune Viterbo lega

VITERBO – “Ci siamo riuniti e tramite l’uso dello strumento della democrazia diretta esercitata da chi milita, supporta e simpatizza il Coordinamento Ambiente Tuscia e il suo Movimento politico “Tuscia Libera 4.0”, abbiamo tutti deciso di appoggiare in occasione delle prossime Amministrative del capoluogo la Lista civica “Lavoro e Beni Comuni” e la candidata a Sindaco di Viterbo: Paola Celletti.

IL perchè è presto spiegato. Lavoro e Beni Comuni è l’unica lista che si presenta su Viterbo che ha ben chiaro, “l’assalto geotermico” a cui è attualmente sottoposta la Tuscia, una serie di impianti ad Alta e Media Entalpia con potenze installate da 10 a 20 MGW. Contestualmente alla possibilità di realizzare tramite una legge già in essere presso la Regione altri 9000 impianti geotermici a bassa entalpia da 2 MGW ciascuno.

Il Nazionale “ha imposto” sul Piano Energetico Regionale i permessi geotermici industriali (produzione di energia elettrica), nessun Ente Locale si è minimamente ribellato ad esclusione dei Comuni dell’Alta Tuscia che hanno fatto fronte con Orvieto. Che ha scelto la strada del turismo e dell’agricoltura biodinamica, bloccando di fatto “la geotermia invasa sul nascere “, è stata preferita la vita contro la “morte da fumi inquinanti”

Al contempo abbiamo trovato nella Lista “Lavoro e Beni Comuni” e nella persona di Paola Celletti, il ns Sindaco ideale. Una persona Paola Celletti da sempre impegnata nel sociale, nei diritti dei cittadini e con un programma per Viterbo “di grande interesse” su tanti temi. Occupazione, servizi sociali, ambiente, un ritorno della gestione dei Beni Comuni ai cittadini tramite le proprie Istituzioni che spesso “troppo delegano e troppo spendono” senza risultati visibili. Tassando oltretutto i cittadini che diventano loro stessi “vittime dei loro stessi Comuni che continuano ad alzare tasse sui rifiuti, ad aumentare i costi dei sevizi primari come l’acqua ed i servizi essenziali

La Viterbo del futuro ha bisogno di “nuove ricette” che Paola Celletti e la lista “Lavoro e Beni Comuni” supportata anche dal Ns Comitato scientifico di alto livello sarà in grado di offrire per “un reale cambiamento”. Che porti occupazione, diritti, rispetto dell’ambiente.

Alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di Viterbo, noi abbiamo proposto un programma in 10 punti in supporto a quello già molto esaustivo ed innovativo presentato da “Lavoro e Beni Comuni”. Un programma che mira a sfruttare le immense risorse finanziare messe in campo dall’Europa sulla tecnologia usata per lo sviluppo sostenibile nell’ambito del cambiamento climatico che vede il Mar Mediterraneo ed i Paesi che su di esso si affacciano più esposti riguardo ad altri Continenti. Un programma che mira a cogliere le tecniche e le tecnologie messe in campo dalla Quarta rivoluzione industriale, una rivoluzione per la prima volta green. Rispettando al contempo occupazione, diritti dei cittadini e dei lavoratori sempre più abbandonati al proprio destino e dopo 70 anni di Sindaci che hanno solo seguito gli “interessi di pochi” contro gli interessi della propria Comunità e del proprio territorio.

Questa sudditanza a Roma e ultimamente a Milano, deve finire. Noi siamo con Paola Celletti per riprenderci il controllo del nostro territorio senza se e senza ma”.

Coordinamento Ambiente Tuscia
Movimento Tuscia libera 4.0

Gianni De Caro/Portavoce
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email