Barbara Bianchi

 

VITERBO – Tutto è rimasto uguale, ma ogni cosa appare diversa, come nuova. I pavimenti lucidi, i lampadari di cristallo, le tende drappeggiate, le vetrate liberty e i bassorilievi in peperino. La storia non si cambia, né tantomeno l’eleganza e il fasto di un locale storico come quello di Schenardi. Che finalmente viene restituito alla città e ai suoi cittadini: giovedì 5 marzo, alle ore 17.30, dopo anni di attesa, la riapertura.

 

“Ho accettato la sfida perché mi sono sentito in dovere nei confronti della mia città – ha dichiarato l’imprenditore Primo Panaccia, autore del rinnovo dei locali e della prossima apertura – un luogo tanto importante non merita di rimanere chiuso.”.

 

E così, la nuova inaugurazione, che non passerà di certo inosservata: le telecamere di National Geographic, infatti, riprenderanno l’evento e ne faranno un documentario: “E’ la prima volta che un canale tanto importante decide di raccontare la storia di una città attraverso un locale”, ha specificato l’imprenditore. E per Viterbo Schenardi non è un locale, è il locale per eccellenza: uno spazio di condivisione, di vita sociale e politica. Un luogo chic ed elegante, che sembra aver abbattuto ogni dimensione temporale. Anche nella nuova versione, dove tradizione e innovazione si coniugano perfettamente in uno stile unico, attento ad ogni dettaglio: il passato è presente e vive nell’altissima qualità del servizio offerto dai 30 ragazzi del personale. Il progresso si fa spazio, senza prepotenza: ne è un esempio la tecnologica macchina per il caffè, dal valore di oltre 35 mila euro, che sarà in contatto diretto permanente con la macinatrice, per offrire al cliente il miglior risultato possibile. Ma non solo. Nei locali sarà allestita una zona multimediale dotata di tablet contenenti informazioni base sulla città di Viterbo e in collegamento diretto con i giornali di tutto il mondo.

 

“Abbiamo trasportato nel 2015 un locale del 1400, tenendo fede alle tradizioni – ha proseguito Panaccia – ma non ci fermiamo qui: Schenardi dovrà essere traino di un nuovo rilancio del centro storico: ogni weekend da marzo, non mancheranno occasioni di socializzazione e divertimento a costo 0 per la città. Pop corn e zucchero filato, banda, giocolieri e animazione per i più piccoli tenteranno di dare un nuovo slancio al centro”. Il tutto in collaborazione con l’Università e l’amministrazione comunale, che si dice felice e soddisfatta di quanto sta accadendo.

 

“Dopo il museo e (prossimamente) il teatro, ora anche Schenardi riapre: Viterbo torna ad avere le sembianze di una città – ha concluso il Sindaco Michelini, accanto agli assessori Delli Iaconi e Barelli – speriamo di meritarci tanto impegno e tenacia.”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email