«Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Vallerano è stata votata all’unanimità la mozione presentata dal consigliere comunale di Rifondazione comunista, Gianluca Gregori, per il riconoscimento di lavoro usurante per gli operai ceramisti.
L’iniziativa – spiega il Circolo di Vallerano del Partito della Rifondazione Comunista –  intende dare un segnale concreto ai numerosi lavoratori che, anche nel territorio comunale di Vallerano, lavorano nelle aziende dell’industria ceramica e impegna l’Amministrazione comunale a sostenere l’Amministrazione comunale di Civita Castellana nelle azioni messe in campo per il riconoscimento di lavoro usurante per questa categoria di lavoratori.
Il distretto industriale di Civita Castellana si caratterizza nella produzione di circa il 70% dei sanitari prodotti in Italia, con il coinvolgimento di 2100 addetti. Lavoratori soggetti a numerosi fattori di rischio per la salute che determinano una rilevante incidenza e prevalenza di patologie respiratorie e dell’apparato muscolo-scheletrico. Inoltre occorre considerare che ogni manufatto in ceramica (piatto doccia, wc, bidet, lavabi, console, wc sospesi) movimentato da un singolo lavoratore ha un peso minimo, dopo la cottura, di 35 chili e che, quando i pezzi in ceramica vengono estratti dagli stampi in gesso, possono arrivare a pesare anche dai 5 ai 7 chili in più. Durante ogni singola giornata lavorativa, ogni operaio può sollevare dai 40 ai 70 pezzi.
A tutto ciò si aggiungono le condizioni ambientali, con temperature che raggiungono i 45-50 gradi centigradi e con l’umidità che oscilla tra l’80 e il 90%. Negli stessi ambienti, come è noto, si sprigiona la silice libera cristallina che satura gli ambienti di lavoro, con il rischio di esposizione da parte degli operatori, i quali, come è certificato da uno studio prodotto dalla Asl di Viterbo, nel distretto ceramico di Civita Castellana hanno una incidenza di patologie respiratorie, come la silicosi, e di tumore ai polmoni, superiore al resto della provincia.
Per queste motivazioni, il circolo di Vallerano di Rifondazione comunista esprime soddisfazione per la mozione approvata in Consiglio comunale e per l’impegno preso ad attivarsi nelle istituzioni preposte, e in tutte le sedi opportune, al fine di tutelare gli operai ceramisti che, ancora oggi, non godono di forme di agevolazioni adeguate, con l’inserimento della loro mansione nella lista dei “lavori usuranti”».