Il progetto È ORA, della candidata a sindaco Chiara Frontini, torna a Santa Barbara.
La parola al candidato Antonio Leonetti, un sottufficiale in servizio presso un ente militare nella Tuscia, che da alcuni mesi ha aderito al movimento VT 2020. “La mia scelta è stata dettata da rabbia e frustrazione per una politica che promette e non mantiene.

Antonio Leonetti Santa Barbara ne è un esempio eclatante. Viterbo oggi è in un degrado assurdo, la possiamo chiamare la città delle tante transenne che continuano a spuntare in ogni luogo. L’adesione alla lista della Frontini è una scelta politica in quanto ho visto in Chiara l’unica persona su cui poter riporre fiducia. Sono stati sottoscritti dei punti fondamentali, interventi mirati per il verde pubblico, le strade, i marciapiedi la sicurezza da San Faustino a tutto il Sacrario.

Chiara FrontiniVogliamo poi parlare del luogo dove siamo in questo momento? Dal parco delle Querce, dove si erge maestosa un’incompiuta opera di un ex assessore, una palestra ancora inattiva dopo anni di lavori, e il rimanente parco incustodito. Le telecamere non a che cosa servono. A Santa Barbara i porta rifiuti sono inesistenti. In un quartiere di quasi 10 mila abitanti due altalene e uno scivolo è quanto è stato messo a disposizione per i bambini”.

Chiara Frontini
Frontini ha sottolineato che Leonetti è stato “esaustivo ma anche appassionato e concreto che sono le due caratteristiche che contraddistinguono ormai da sempre la nostra Azione Civica sul territorio. Lo voglio ringraziare. Ringrazio tutti gli iscritti, i candidati della lista che abbiamo presentato oggi a sostegno della mia candidatura è che Antonio ha costruito passo dopo passo, dopo che ci siamo parlati per la prima volta, esattamente in questo parco a luglio dello scorso anno”.

Foto G De Zanet 1

 

Articolo precedenteCampus STEM di robotica e programmazione videogiochi
Articolo successivoSolo un pari per Juniores Montefiascone contro la Romana Vigor Perconti