VITERBO – “Il raddoppio della ferrovia Roma Viterbo FR3, oltre l’attestamento di Cesano, deve costituire un obiettivo strategico nell’ammodernamento infrastrutturale del territorio metropolitano romano e dell’intera rete dei trasporti regionali. Esso costituisce peraltro un ulteriore elemento di valorizzazione delle modalità di trasporto in maggior misura sostenibili sul piano ambientale, economico e sociale.

 

L’obiettivo di tale realizzazione è di incrementare la quota degli spostamenti passeggeri sulla rete ferroviaria e di conseguire un riequilibrio modale per ridurre la congestione ed assicurare uno sviluppo sostenibile del territorio attraverso il miglioramento del tempo di viaggio, la qualità del servizio e l’accessibilità alle infrastrutture ferroviarie.

 

Tale linea ferroviaria costituisce un elemento strategico di sviluppo della rete dei trasporti metropolitana e regionale. L’attuale configurazione però, penalizza il servizio da Cesano verso Nord, comprimendo in tal modo le potenzialità di sviluppo in termini prima di tutto turistici, ma più generalmente economici, di vaste aree della Tuscia viterbese, stanti i tempi di percorrenza mediamente elevati e riscontrata un’alta percentuale di ritardi e problematicità della circolazione che colpiscono inevitabilmente in misura maggiore il tratto a binario unico.

 

Sinistra Ecologia Libertà chiede, con un’interrogazione Regionale e Parlamentare, di promuovere ogni possibile azione per perseguire la realizzazione della richiamata opera e/o quali azioni si intendono mettere in campo per la risoluzione dei problemi esistenti.

Commenta con il tuo account Facebook