NEPI – “Pieno sostegno alla richiesta di mantenere la classe della scuola dell’infanzia dell’Istituto Stradella avanzata dal sindaco di Nepi Pietro Soldatelli”. A dichiararlo e’ Silvia Somigli, segretaria generale della Uil Scuola di Viterbo.

“Non solo – prosegue Somigli – ma la Uil Scuola di Viterbo si fara’ portavoce della richiesta presso il Provveditore agli studi, invitandolo fin da ora ad accogliere e a ritenere la richiesta opportuna e motivata. Infatti le condizioni per mantenere la classe della scuola dell’infanzia, allo stato attuale tolta all’Istituto, ci sono tutte, come evidenziato dallo stesso sindaco. Duecentootto iscritti, non 176, piu’ 7 in lista d’attesa. Togliere una classe, e soprattutto farlo quando non c’e’ alcun bisogno, significa soltanto impoverire l’Istituto e di conseguenza il territorio creando anche disagio alle famiglie. Spero vivamente, che il Provveditorato si adoperi, com’è nel suo costume, per correggere quello che appare essere un errore facilmente riparabile”.