Siamo partiti per ultimi ma siamo riusciti lo stesso a mostrare alla città di Viterbo serietà, il nostro entusiasmo e il nostro impegno“,   ha dichiarato Cardona sul palco in Piazza della Repubblica dove un pubblico attento e interessato ha ascoltato le parole del candidato Sindaco che ha anche sottolineato:
Crediamo d’aver fatto una campagna elettorale pulita, mai urlata, senza colpi bassi verso i nostri avversari. Siamo stati semplici e diretti.
Abbiamo conosciuto centinaia di persone nelle piazze, nei gazebo, durante interessantissimi incontri  con i viterbesi. Abbiamo raccolto proposte, suggerimenti, sorrisi e soprattutto la speranza di quanti sono pronti a darci fiducia”.
Sul palco Gianluigi Paragone, giornalista eletto senatore alle ultime elezioni politiche del 2018 in forza al M5S, da cui è stato  espulso il 1° gennaio del 2020 avendo votato contro la legge di bilancio decisa dalla maggioranza con  M5S.

Foto G De Zanet Paragon Cadorna Bianchini 700x350

Il giornalista Paragone continua la sua attività politica come indipendente e, dopo aver annunciato, nel giugno dello stesso anno l’intenzione di fondare un nuovo partito “per portare l’Italia fuori dall’Ue e dall’euro” con “No Europa per l’Italia – ItalExit con Paragone”, partito nato sul modello del britannico Brexit Party.   

Paragone ha spiegato ai viterbesi “perché è importantissimo che ogni elettore del luogo apponga la x  sulla scheda e non non andando a votare. Gli ha fatto eco Paolo Bianchini, Presidente di MIO Italia, che nel corso della chiusura della campagna elettorale  anche lui ha spiegato  cosa è successo e cosa succederà in un prossimo futuro all’Italia governata da Draghi“.

Articolo precedenteApprovata la mozione di Oriolo Avanti in difesa e a tutela delle api
Articolo successivoVitorchiano, proiettato in anteprima il film ”Leoni – Il privilegio di salvare vite umane”