VITERBO – Sabato prossimo, 11 febbraio, partirà ufficialmente in contemporanea in tutta Italia la campagna nazionale della Cgil per i due referendum sul lavoro che sono stati ammessi dalla Consulta. L’obiettivo è quello di portare alle urne 26 milioni di cittadini.

“La Cgil Lazio – spiega Miranda Perinelli, segretario dello Spi – ha scelto di iniziare con Susanna Camusso alle 10 in una periferia di Roma (Tor Bella Monaca, viale Santa Rita da Cascia). Da Viterbo partiranno 2 pullman”. Per ogni informazione è possibile contattare lo 0761/270704.

Dopo la decisione della Consulta sull’ammissibilità e la costituzione del Comitato per il Sì ai due referendum popolari per il lavoro per l’abrogazione dei voucher e per la responsabilità solidale in materia di appalti, in attesa che il governo fissi la data per i due referendum che dovranno tenersi entro il 15 giugno, parte quindi ufficialmente la campagna referendaria: “Libera il lavoro. Con 2 Sì Tutta un’altra Italia”.

“Sarà l’occasione – aggiunge Perinelli – per illustrare la nostra legge di iniziativa popolare e i due referendum a sostegno. Chiediamo a tutti, lavoratori e pensionati, di essere parte attiva e di mettere al centro di ogni azione la difesa della dignità del lavoro, del diritto al lavoro. Solo col lavoro è possibile la sopravvivenza e l’emancipazione delle persone. Questo valore fondante della Costituzione deve dare vita ad azioni concrete”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email