“La Tuscia nel Cuore è una delle sei liste che ha contribuito all’elezione di Chiara Frontini alla massima carica cittadina. Una lista nata soltanto da pochi mesi e composta da donne e uomini che, per la prima volta, si confrontavano con i problemi cittadini e che si sono gettati a capofitto nell’agone elettorale, mossi soltanto dalla passione e dalla voglia di impegnarsi per contribuire a risolvere le tante questioni (piccole e grandi) che da tempo assillano Viterbo.

E’ stata un’avventura esaltante, va detto subito e senza timore di smentite. Tutti i candidati – comunica Antonio Leonetti, Capolista di La Tuscia nel Cuore, – si sono messi a disposizione dei cittadini ascoltando le loro istanze e le loro esigenze, con l’impegno di trovare le soluzioni adeguate nel momento in cui l’intera coalizione fosse riuscita a conquistare Palazzo dei Priori, come è poi avvenuto con uno straordinario risultato che ha premiato la tenacia, la coerenza e il lavoro svolto negli anni da Chiara e da tutti coloro che l’hanno sostenuta nella sua battaglia.

Noi della Tuscia nel Cuore ci siamo affiancati e abbiamo lavorato sodo con i nostri candidati che hanno partecipato fattivamente all’intera campagna elettorale e alle varie iniziative di confronto con i cittadini sia nei quartieri del capoluogo che nelle frazioni. Un confronto proficuo e positivo perché ha permesso di conoscere situazioni particolari per le quali, in molti casi, sarebbe bastata solo un po’ di buona volontà per arrivare ad una soluzione soddisfacente e senza nemmeno spendere cifre elevate (in alcuni casi, addirittura, senza spese).

E’ un lavoro che continuerà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi con impegno costante e continuo: non abbiamo altro obiettivo se non quello di operare al meglio delle nostre possibilità, animati solo da spirito di altruismo e abnegazione verso Viterbo e le sue frazioni che meritano di risorgere dopo un lungo periodo di appannamento e di stasi.

Il risultato ottenuto può sicuramente definirsi soddisfacente: 732 voti alla lista hanno permesso di eleggere un consigliere comunale (Melania Perazzini alla quale è stata assegnata la delega alle pari opportunità e alla conciliazione). Sono mancati pochissimi voti (qualche decina, appena) per poter eleggere anche un secondo rappresentante nella massima assise comunale. Resta comunque un esito eccezionale perché il simbolo era assolutamente nuovo, perché tutti i candidati per la prima volta partecipavano ad una competizione elettorale, perché la concorrenza era fortissima con ben 832 candidati alla carica di consigliere.

Evidentemente, però, il nostro impegno disinteressato e la nostra proposta decisamente nuova e lontana dalle logiche dei partiti hanno fatto breccia nella mente e nel cuore dei nostri concittadini che ci hanno premiato con un risultato complessivo che è andato ben al di là delle nostre aspettative. E’ quindi il caso di esprimere pubblicamente il nostro affettuoso e sentito GRAZIE a chi ci ha dato fiducia e ha creduto nel nostro impegno disinteressato e volto solo al raggiungimento di obiettivi generali per migliorare la qualità della vita nella nostra Città.

Ed è anche il momento di aggiungere ai doverosi ringraziamenti anche un impegno solenne e pubblico: continueremo a lavorare per Viterbo e per i suoi abitanti ogni giorno con rinnovato impegno e con totale disponibilità verso le istanze che ci saranno presentate.

La Tuscia nel Cuore c’è e ci sarà sempre al fianco della sindaca Chiara Frontini per rendere il nostro capoluogo e le sue frazioni sempre più a misura di persona”.

Articolo precedenteEst Film Festival torna alla Rocca dei Papi di Montefiascone con 8 giorni di film, documentari e grandi ospiti
Articolo successivoFerento 2022, Francesco Montanari interpreta “Il Processo”