Il Centrodestra unito per il nostro territorio. Si è svolto ieri alle ore 10,30, alla sala conferenze delle Terme dei Papi di Viterbo, l’incontro “Voce al territorio”, promosso dalla Lega di Viterbo, che ha visto la partecipazione del senatore Alberto Bagnai, di Angelo Tripodi, consigliere regionale, degli eurodeputati Angelo Maria Rinaldi e Simona Baldassarre, del senatore Umberto Fusco, del deputato e coordinatore regionale Claudio Durigon, dell’ex consigliera comunale Elisa Cepparotti, componente del consiglio direttivo della Lega di Viterbo.

Rotelli
L’incontro è stato moderato da Stefano Evangelista, responsabile provinciale. Presente tutto il Centrodestra viterbese: l’ex sindaco Giovanni Maria Arena, Giulio Marini, Laura Allegrini, Gianmaria Santucci, Alessia Mancini, Claudio Ubertini.

Evangelisti Cepparotti
Ai lavori ha partecipato anche il presidente onorario della Corte di Cassazione Luigi Mazzella. Il convegno è stato l’occasione per Forza Italia, Fratelli d’Italia, Fondazione e la Lega di riincontrarsi dopo le le varie vicissitudini che hanno portato alla cadura dell’amministrazione comunale; da registrare che negli interventi è emersa una condivisione delle idee, l’obiettivo comune da raggiungere per le prossime elezioni e alcuni progetti.

MazzellaIl convegno è stato aperto da Luigi Mazzella un giurista e politico italiano, ex giudice della Corte costituzionale, ex Ministro per la funzione pubblica ma anche scrittore e giornalista e Vicepresidente emerito della Corte Costituzionale, che ha sottolineato come attualmente, a vari livelli politici, si sta lavorando con una totale mancanza di coerenza verso le esigenze della gente, manca concretezza. Alle sue parole ha fatto eco un forte applauso di tutti gli ospiti che hanno gremito la sala.
L’ex giurista ha sottolineato che lui è spesso alle Terme dei Papi, un gioiello della Tuscia le ha definite, ed è stato piacevolmente coinvolto all’incontro: “non mi occupo di politica direttamente, ma come scrittore”, ha precisato.

Cepparotti
Dopo di lui ha preso la parola Elisa Cepparotti che ha accennato alle imminenti amministrative: “Dovremo presto eleggere un nuovo sindaco e una nuova amministrazione; la Lega sta lavorando ai candidati con un intenso programma con l’attenzione ai cittadini. Ci sono oltre 50 milioni di finanziamenti per progetti sulla città”.

Giulio MariniSubito dopo Giulio Marini ha sottolineato: “Il nostro compito è difficile, ma la concretezza e la territorialità sono fondamentali. Io sono “un vecchio arnese della politica”, ma ho l’esperienza per dire che ancora abbiamo credibilità e competenza per gestire i valori economici che ci permetteranno di portare avanti progetti condivisi. La macchina amministrativa deve lavorare per rilanciare la città che amiamo”.

GianMaria SantucciPoi è stata la volta di Gianmaria Santucci, della lista civica Fondazione, è intervenuto dicendo: “Pur nelle divergenze fra il Centrodestra viterbese, non è mancato mai il rispetto. Non sono mancate discussioni come in ogni famiglia, ma lo scopo è sempre quello di mettere insieme idee e contributi per il territorio”.

Umberto FuscoNel prendere la parola subito dopo il senatore Fusco non ha celato irritazione per le voci che vengono messe artatamente in giro su una Lega divisa a Viterbo. Umberto Fusco, ha ribadito che “da 12 anni porta in alto il nome della Lega a Viterbo. La Lega non è divisa, ma è unita. L’aderire al partito non è un gioco momentaneo chi ci crede, rimane chi no può anche andare altrove”.

EvangelistiStefano Evangelista nel suo intervento anche da moderatore dell’incontro tocca il problema che Viterbo e le piccole province del Lazio. “Spesso sembrano fagocitate dalla voracità di Roma. Sarebbe necessario avere più voce a livello regionale”.

Evangelisti CepparottiIl consigliere regionale Tripodi ha fatto un appello per intervenire sulla “sburocratizzazione”, perchè l’eccessiva burocrazia – secondo Tripodi – a livello regionale impedisce di intraprendere iniziative importanti. La sfida fondamentale della semplificazione delle procedure è ridare dignità ai territori con consiglieri rappresentativi.

Gianmarco Centinaio, sottosegretario alle Politiche agricole, in collegamento, incentra l’attenzione del pubblico sulla crisi determinata dalla guerra in Ucraina a causa dell’aumento delle materie prime e dei costi dei carburanti.

BaldassarreSimona Baldassare, deputata europea della Lega, a capo del dipartimento della famiglia, ha sottolineato il ruolo fondamentale della famiglia stessa e il problema della crisi economica e dell’eccessiva tassazione che impone di trovare soluzioni. “Il ruolo dello Stato è di essere vicino alle famiglie. Molte donne hanno denunciato violenze in famiglia ed è giusto occuparsi di queste tematiche a livello nazionale”. È intervenuto poi l’on. Antonio Maria Rinaldi, sempre molto presente e attivo nella Tuscia, che partecipò anche alla festa dell’agricoltura la scorsa estate. “Per iniziativa del gruppo Lega a Bruxelles, abbiamo previsto una guida, che sarà distribuita gratis agli imprenditori per poter accedere ai finanziamenti.

Michael Del Moro, presidente di Confartigianato, è convinto che ascoltare il territorio e gli imprenditori sia estremamente importante. A causa dei costi del trasporto, è necessario intervenire sul settore energetico, concentrandoci sull’agricoltura e l’intera filiera. I dipendenti chiedono acconti di liquidazione perchè non ce la fanno più ad andare avanti. Il governo deve dare una mano Il segretario generale di Confimprese, Piazzolla, si è anche lui soffermato sulle difficoltà burocratiche che rallentano ogni iniziativa, sulla digitalizzazione e sulla necessità di uno snellimento fiscale. Sono intervenuti anche Roberto Centoscudi e Chiricozzi, quest’ulitimo ha ribadito il concetto della necessità, sotto diversi aspetti, della rivitalizzazione della linea ferroviaria Civitavecchia-Capranica-Orte.

Claudio Durigon
L’onorevole Claudio Durigon ha esordito: “Viterbo, la più bella città termale del Lazio, non è pubblicizzata per quello che è e non è neanche ben rappresentata”.
Ha chiuso il convegno il senatore Alberto Bagnai, che ben conosce la Tuscia: “Sono particolarmente legato a Viterbo. Mio padre acquistò una casa a Bagnaia, dove andavamo spesso a trascorrere tranquilli fine settimana. Conosco e amo il territorio viterbese, Luigi Mazzella, presidente emerito della Corte Costituzionale, ha già detto che la vita politica è caratterizzatad a una grande irrazionalità: l’agenda di governo non risponde spesso al volere dei cittadini. All’universalismo astratto si deve accompagnare “concretezza”. A me spaventa il conflitto sociale”. A Bagnai non piacciono i programmi che spesso sono destinati a non essere attuati per varie cause. Sono necessari valori e ideologie condivise. La Lega sta cercando di mettere concretezza al Governo, secondo Bagnai. La decisione di entrare nella maggioranza del governo è stata una decisione sofferta, difficile da comprendere da parte degli elettori. Bisogna ristabilire il rapporto con le altre amministrazioni e con qualcuno con cui ci si possa confrontare fra partiti, anche a livello nazionale. Bagnai usa poi una metafora: “In questa fase non dobbiamo essere fuoco, ma acqua capace di infiltrarsi; l’acqua con il freddo diventerà ghiaccio, la roccia si spaccherà e si cercherà di intervenire in modo più decisivo nel governo. Intanto si media, ci si confronta, si parla”. I Leghisti sono soddisfatti per la riuscita dell’evento e per avere riunito tutti gli ex amministratori della maggioranza. Potrà l’incontro alle Terme dei Papi rappresentare la ripartenza di un Centrodestra cittadino ancora unito alle prossime elezioni amministrative?

Articolo precedenteMontefiascone, solo un pari con Astrea
Articolo successivoAsl Viterbo, 361 nuovi casi accertati di positività al COVID-19