NEPI – “E’ diventato ormai insostenibile il silenzio dell’Amministrazione comunale di Nepi riguardo il problema dell’acqua all’arsenico e della gestione del servizio idrico. L’associazione “Tu per Nepi” ha,quindi, deciso di richiedere ufficialmente al Sindaco, ai componenti della Giunta e a tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza, la convocazione del Consiglio comunale aperto che affronti questi temi di fondamentale importanza per la nostra comunità.

 

La richiesta è stata protocollata venerdì 23 gennaio 2015:

 

“Oggetto: Richiesta convocazione Consiglio Comunale aperto “Acqua bene comune”

 

Premesso :

– che a tutt’oggi non è dato ancora sapere se e quando l’acqua che sgorga dai rubinetti delle case di Nepi sarà dichiarata potabile;

– che in data 18 dicembre 2014 si è svolta l’assemblea dei Sindaci dell’ ATO che ha deliberato, al fine di ripianare il forte debito che grava sul bilancio della TALETE, l’approvazione del P.A.R.C.A ( piano d’azione per il rilancio competitivo aziendale) che prevede l’aumento delle tariffe a carico di tutti gli utenti e la ricapitalizzazione della società con impegni di spesa che andranno a gravare sul bilancio comunale;

– che nelle decisioni in merito ad un argomento di tale rilevanza, non solo dal punto di vista economico ma soprattutto sotto l’aspetto della tutela della salute, la trasparenza e la partecipazione dei cittadini non sono solo auspicabili ma doverose;

chiediamo la convocazione urgente di un Consiglio Comunale aperto con all’ordine del giorno:

1) Azioni concrete e urgenti per la risoluzione dei problemi la potabilità dell’acqua;

2) Progetto P.A.R.C.A.(Piano Azione Rilancio Competitivo Aziendale)-Discussione e determinazioni;

3) Richiesta Talete incrementi tariffari-Discussione e determinazioni. ”

L’Associazione “Tu per Nepi” e tutti i cittadini nepesini attendono (ancora per poco) fiduciosi”.

 

Tu Per Nepi

Commenta con il tuo account Facebook