Il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena ha annunciato che da adesso, fino a termine del mandato, Viterbo sarà interessata da un gran numero di lavori pubblici per rendere la città più vivibile: prima di tutto la necessità di abbattere i pini di piazzale Gramsci e di viale Diaz che è solo il primo problema che verrà affrontato.

Successivamente la sistemazione di strade e piazze nel quartiere San Faustino e zone limitrofe, a San Lupara dove l’assessore Laura Allegrini è riuscita a trovare dei fondi per iniziare i lavori, a S Barbara e in altri quartieri.

 

Verrà presto inaugurato il Museo a Piazza del Comune e verranno effettuati lavori per il consolidamento e la fruizione della Torre Civica.

I pini di Viale Diaz e Piazzale Gramsci sono la memoria di tutti i viterbesi, ma dopo la relazione degli esperti agronomi e le diffide delle Ferrovie dello Stato, in quanto alberi di simili proporzioni sono pericolosi e non posso stare nei pressi di linee ferroviarie, la relazione di pericolosità redatta dalla polizia locale, è necessario toglierli.

Giovanni Maria Arena

I lavori saranno effettuati di notte e il ripristino stradale è previsto nel giro di due o tre giorni. Le radici dei pini si espandono a fittone verticale, poi a queste si affiancano robuste radici fascicolate dotate di fittoni secondari che avendo trovano il muro di sostegno delle ferrovie si sono allungate sulla strada; non è possibile tagliarle. Dopo la rimozione dei pini saranno messi a dimora altri alberi.

Laura Allegrini

L’assessore ai Lavori pubblici Laura Allegrini, circa l’intervento in viale Diaz ha spiegato: “la necessità della chiusura al traffico non è stata decisa dal Comune ma imposta con la diffida delle Ferrovie dello Stato per questioni di sicurezza. Ovvio che la chiusura della corsia ha creato problemi per lo smaltimento del traffico verso la Cimina, ma era impossibile intervenire con tempestività in quanto le lungaggini burocratiche di un appalto sono complicate e estremamente insidiose. Stesso discorso per Piazzale Gramsci, ma presto potremo vedere i risultati dell’impegno profuso”.

Laura Allegrini ha dichiarato con particolare soddisfazione che con l’occasione dei lavori saranno sistemati anche i “sotto servizi”, altro problema mai risolto; ha chiesto l’istituzione di un “nucleo controllo ripristino della polizia locale” ed è stato nominato un responsabile per la parte Lavori Pubblici.

Architetto Massimo Gai

L’architetto Massimo Gai e l’ingegnere Simone Moncelsi hanno confermato che i lavori avranno la necessità di circa una ventina di giorni. Di notte il taglio degli alberi per non arrecare maggior problemi al traffico che sarà interrotto, ma non del tutto, per l’asfaltatura della corsia dove verranno rimosse le radici affioranti. Meno grave l’intervento sul transito veicolare a Piazzale Gramsci. Quindi da lunedì 18 inizio lavori salvo condizioni meteo avverse.