Angelo Merlo

MONTEFIASCONE – Lavori a Montefiascone, il consigliere Merlo fa il punto della situazione.

Consigliere Merlo, Delegato al civico Cimitero ed al turismo Sviluppo del Lago cosa vuol dirci?!
Poche cose, ma il dovere me lo impone di fare. In questo momento, a ridosso di questa Solennità incentrata sui Defunti e quindi sulla struttura Cimitero è mio dovere esprimere i miei più vivi ringraziamenti a tutte le persone che mi sono state vicino, al sindaco Paolini ed alla Giunta che hanno condiviso le mie scelte, a tutti gli impiegati dell’Amministrazione che mi hanno supportato con lo svolgimento delle pratiche burocratiche, a tutti gli operai del comune che, nonostante le difficoltà, con grande dedizione, hanno cercato di fare del loro meglio, ai custodi Lorenzo e Fabrizio che hanno collaborato a pieno in modo esemplare, un grazie alla mia segreteria che non si è mai tirata in dietro, un grazie a tutte le ditte che si sono impegnati nei lavori bruciando ogni tappa e con prezzi molto contenuti. Un grazie particolare alle Associazioni che ci hanno donato le ormai famose fontanelle ed altri materiali.

Perché tutti questi ringraziamenti?!
Soprattutto in questo mese di ottobre, ormai alle spalle, è stato fatto un lavoro immane; con la mia segreteria, ci siamo dati un obbiettivo preciso con una lunga serie di lavori da effettuare e ci siamo riusciti. Se devo essere orgoglioso di quanto realizzato, come, umilmente, lo sono, devo riconoscere che senza il lavoro e la continua collaborazione delle suddette persone non si sarebbe fatto nulla. Credo che quanto è stato fatto, specialmente in questo mese di ottobre, non era stato mai fatto.

Mi pare che Lei abbia fatto un editto di tutte le opere cantierizzate e realizzate?!
Si. L’idea è venuta dalla mia segreteria, l’ho condivisa ed attuata. Abbiamo avuto come obbiettivo primario ridare dignità al nostro cimitero; elencare quanto fatto sarebbe stato molto lungo e noioso, per questo, con la mia segreteria, abbiamo deciso di fare un grande manifesto, sul quale sono elencate tutte le opere fatte in questi sedici mesi della mia gestione. Il manifesto, poi, lo abbiamo esposto dinanzi alle entrate del cimitero in modo che ogni cittadino ne possa prendere atto. E qui voglio essere chiaro, non si poteva fare tutto e subito, per cui, chiedo scusa ai cittadini se qualche settore ancora non è in quello stato ottimale in cui dovrebbe essere, ma lo sarà presto. I cittadini vogliono vedere opere concrete, e, in un periodo di crisi come questo, con le poche risorse economiche disponibili, quelle serie e necessarie; noi siamo per questa strada.

Ora un sospiro di sollievo?!
Si. Giusto un respiro, poiché le cose da fare sono ancora molte ed è nostro intento proseguire su questa linea di ammodernamento e rinnovamento del cimitero. Realtà già programmate che realizzeremo nel prossimo anno. Non ci fermiamo; già dalla seconda settimana di novembre saremo di nuovo all’opera. Fino a quando, il nostro postulato, trasformare il cimitero in un giardino, non sarà completato, saremo al lavoro. Il nostro cimitero è ricco anche di opere di notevole valore artistico che, quasi, ne raccontano la storia passata. Queste opere le vogliamo recuperare tutte e ridar loro l’importanza che meritano; il nostro cimitero ha tutti i carismi per entrare, e deve entrare, nella guida turistica della nostra città. Grazie anche ai cittadini per la loro comprensione. Ancora Grazie a tutti per la collaborazione e comprensione.

Pietro Brigliozzi