Andrea Egidi

VITERBO – “Congelato l’iter per la scelta del nuovo segretario provinciale del Pd, ma le mie dimissioni restano ferme, effettive e irrevocabili”. Andrea Egidi chiarisce la sua posizione in merito alla decisione del reggente del Pd, Maurizio Martina, che, in attesa dell’Assemblea nazionale del Partito democratico e per consentire un’ attività di confronto e di presenza sui territori dopo il voto del 4 marzo, ha sospeso “ogni percorso congressuale, determinato da dimissioni intervenute in questi giorni o da scadenze naturali”.

“Ritengo saggia e di buon senso l’idea di Martina di attendere l’esito della prossima assemblea nazionale prima di nominare i nuovi segretari provinciali – aggiunge Egidi – Va anche chiarito, però, che il ‘fermi tutti’ è riferito solo all’iter rispetto alla nuova elezione dei segretari. Questo non significa che io resto in sella. Le mie dimissioni sono tutt’altro che congelate. Restano effettive e irrevocabili. Una decisione, quella di Martina, che è destinata nell’immediato a far sì che la direzione provinciale, organismo nel pieno delle proprie funzioni, stabilisca le giuste modalità per consentire al Pd viterbese di vivere Ia fase di transizione nel modo più unitario ed equilibrato possibile in vista della discussione e delle scelte legate alle prossime elezioni amministrative. Una fase comunque che non vedrà impegnato il sottoscritto in prima persona”.

Commenta con il tuo account Facebook