«​Scriviamo in seguito a ripetute segnalazioni che ci sono pervenute riguardo ai lavori, ormai effettuati, di parziale rifacimento della pavimentazione stradale di Via Marconi, nel paese di Acquapendente.

Sono stati molti, infatti, – comunica Lega Salvini Premier, Coordinamento Comunale di Acquapendente – i disagi che ha comportato la chiusura della strada per quasi un mese a causa della sostituzione di un totale di 176 pietre tra grandi, medie e piccole.

Chiudere per un tempo così lungo una strada centrale come Via Marconi nel mese di Luglio, quando per un commerciante c’è la possibilità di lavorare con i turisti e le persone che vengono da fuori il paese, è il segnale di una cattiva Amministrazione e di disinteresse nei confronti dei commercianti che lavorano per far vivere il paese.

Ricordiamo al Sindaco che il paese, senza commercianti, nelle condizioni in cui è ridotto e per quello che offre oggi, certamente non è meta di pullman! In più, facciamo presente che sostituire 176 pietre in quasi un mese significa cambiare sei pietre al giorno, contando anche i giorni festivi, visto che questi lavori si cerca di farli il più velocemente possibile per cercare di limitare il numero dei disagi, ma evidentemente questa non è la priorità dell’attuale Amministrazione.

Si deve considerare anche che i disagi creati sono aggravati dal fatto che la strada rappresenta un’accessibilità d’urgenza per l’Ospedale. Le chiediamo per le prossime volte (se ci saranno!) di venire ad accordi con i cittadini ed i commercianti sui tempi e modi dei lavori solamente per una questione di rispetto per chi ci lavora e ci abita».

 

Commenta con il tuo account Facebook