Il nostro candidato sindaco alle elezioni amministrative di Civita Castellana sarà Valerio Turchetti: “Sono felice di mettermi in campo con un partito in cui mi riconosco, dal punto di vista dei valori – commenta Turchetti – ma che allo stesso tempo costituisce una proposta nuova, nel saper individuare problematiche e temi emergenti, che connotano il nostro periodo storico e che sono trattati dalla Lega in modo estremamente efficace, trasparente e concreto in una chiarezza di visione che raramente hanno avuto altre forze politiche e che oggi fa la differenza”.

Come già è avvenuto per il comune di Viterbo – commentano Enrico Contardo e Umberto Fuscoanche nelle altre realtà amministrative della Tuscia la Lega vuole farsi portatrice di nuove idee e di una nuova politica. Siamo presenti su questo territorio per la prima volta come partito in questa stagione elettorale iniziata con successo con le elezioni politiche e regionali del 4 marzo 2018 e proseguita con il rinnovo del consiglio comunale di Viterbo, dove, attualmente, siamo il primo partito, una squadra nuova a Palazzo dei Priori, con tante idee e grande voglia di metterle in pratica.

La Lega, oggi, è un partito in forte crescita, che ha saputo fare breccia nel gradimento degli italiani, spinta da un vento di forte rinnovamento di cui si sentiva fortemente il bisogno. Diventa naturale, per noi, e quasi doveroso, interpretare questa stagione politica in un modo nuovo che sappia fornire stimoli diversi, senza disconoscere il valore delle altre forze di centrodestra in campo in questo momento. Ogni partito, però, ha la sua storia. E quella della Lega di Matteo Salvini nella Tuscia inizia adesso.

Per questo non possiamo fare nostra l’eredità di un passato che, in un certo senso, non ci appartiene, pur riconoscendo l’importante contributo che gli uomini e le donne degli altri partiti hanno dato nel costruire una tradizione radicata di centrodestra. Il nostro leader impersona, però, un tempo nuovo, in cui è senz’altro importante fare tesoro della storia della Tuscia, ma essere anche capaci di scrivere pagine nuove, inedite, contribuendo anche noi, con i valori che ci contraddistinguono e in una certa misura ci differenziano dalle altre forze nel perimetro di centrodestra, al prosieguo di questa tradizione. Per tale motivo sentiamo il bisogno di confrontarci con gli elettori, presentandoci con la nostra identità, come Lega”.