«Il Vicesindaco Flaminia Tosini in un recente comunicato stampa e sui social – afferma il Coordinamento Lega Salvini Premier Vetralla – ha divulgato notizie non concrete, riguardante la cittadella della salute, per cercare di giustificare l’inefficienza e l’incapacità dell’Amministrazione Coppari di non essere riuscita, in quasi cinque anni di Amministrazione, a risolvere questo importantissimo problema con la ASL e la Regione.

Il Vicesindaco Flaminia Tosini sa bene che il vantato finanziamento regionale di Euro 3.723.672,44 annunciato in questi giorni, per la realizzazione della nuova struttura della Cittadella della Salute, non è stato ancora concesso dalla Regione Lazio; in realtà trattasi bensì  di un programma di investimenti decennale, deliberato dalla Giunta regionale in virtù dell’ex art. 20 della legge 67/88 , i cui termini di attuazione sono, allo stato, ancora indefiniti e non prevedibili.

Infatti, nel citato programma è previsto che il 95% dell’importo indicato deve essere finanziato dallo Stato che ad oggi non risulta sia stato concesso.

Pertanto tale notizia assume solo aspetto elettorale.”Stranamente il prossimo anno si terranno le elezioni comunali a Vetralla”

La Lega Vetralla ritiene che i precedenti bandi pubbliciemanati dalla ASL, per realizzare una nuova struttura, non andati a buon fine e l’attuale scelta della stessa ASL di realizzarla direttamente, potrebbe nascondere l’obiettivo di spostare i servizi della cittadella della salute in un altro comune, comportando notevoli disagi ai cittadini di Vetralla e a quelli del “Comprensorio VT4”.

Perciò l’Amministrazione Coppari, invece di proseguire ad assecondare queste iniziative, avrebbe dovuto intervenire con incisività per garantire, sin dall’inizio della sua amministrazione, la continuità dei servizi sanitari già esistenti e la definizione della Cittadella della Salute nelle strutture pubbliche esistenti a Vetralla.

Infatti, non si può ignorare la struttura dell’ex FNCA in località La Botte già di proprietà del comune di Vetralla che con l’assenso del Consiglio Comunale fu venduta all’INAIL al fine di realizzare un importante Centro di Riabilitazione e la Cittadella della Salute come da atto pubblico vincolato a tali interventi da realizzare.

Perciò, la maggioranza Coppari, sin dal suo insediamento avrebbe dovuto espletare tutte le azioni necessarie per la realizzazione degli interventi sopra citati nella struttura ex FNCA facendo rispettare gli accordi a suo tempo sottoscritti tra INAIL, ASL, Comune e Regione.

Il Sindaco non deve dimenticare che nella precedente Amministrazione nel suo ruolo di minoranza ha sottoscritto e votato una proposta di delibera in tal senso.  

I cittadini vogliono fatti e non parole».