Lega Salvini
«L’emergenza Corona Virus continua a colpire il nostro Paese e la nostra provincia, generando timori e preoccupazioni nelle famiglie per la nostra salute e forse ancor più per la nostra economia, fatta di piccole imprese e tante Partite Iva, in profonda difficoltà.
E’ atteso in giornata – comunica Lega Viterbo – un decreto da parte del Governo, con la speranza che vengano date risposte e certezze ad un’economia in grave crisi e alle innumerevoli preoccupazioni che attanagliano le realtà produttive del Paese e non meno quelle che operano a Viterbo e nella nostra Provincia.
La principale area di intervento sarà sicuramente quella sanitaria, impegnata senza sosta nella lotta all’emergenza, e che deve poter continuare, contrastando il virus con tutte le precauzioni sanitarie, mascherine protettive in primis, ancora oggi carenti, nonostante le tantissime richieste avanzate dagli stessi operatori negli ultimi giorni.
E’ fondamentale che vengano destinati fondi per l’assistenza alle persone diversamente abili che oggi ancora più duramente si trovano a dover affrontare quanto disposto dai decreti governativi per limitare il contagio e alle famiglie già in difficoltà economica e ora in serio affanno per far fronte alle necessità quotidiane.
Auspichiamo che il Governo abbia anche recepito quanto proposto dalla Lega in favore delle realtà produttive, non solo con una sospensione dei termini per il versamento delle imposte, ma con un vero e proprio esonero di Iva, Irap, Irpef e Inps per tutte quelle attività che hanno inevitabilmente subito dei danni.
Speriamo anche non sia rimasta una vana proposta l’introduzione di un fondo straordinario per gli affitti, al fine di esonerare le aziende che ora sono chiuse, ma che continuano a dover sostenere importanti costi fissi e le misure volte a limitare la carenza di liquidità, assolutamente necessaria per evitare il fallimento.
Bene gli interventi portati avanti sino ad ora da parte dell’Amministrazione  e del Sindaco Arena, a partire dalla disinfezione e sanificazione delle strade, dal contenimento delle occasioni di contagio con la chiusura dei parchi, alla facilitazione degli spostamenti per far spesa nelle attività aperte nel centro, con la sospensione delle chiusure ztl e delle aree pedonali e la gratuità del parcheggio del sacrario per chi si reca in centro presso gli uffici postali, comunali o per altre necessità.
Bene anche tutte le misure di contenimento poste in essere dal Sindaco, volte al contenimento del contagio e all’evitare situazioni di assembramento che possano facilitare l’avanzata del contagio anche nel nostro Comune.
L’amministrazione ha, in questa fase d’emergenza, l’importante compito di sostenere le famiglie più duramente colpite dall’emergenza e di garantire il proprio sostegno ad anziani e soggetti diversamente abili.
Terminata l’emergenza, l’amministrazione dovrà prevedere, per quanto di sua competenza, misure volte a sostenere le famiglie e le realtà produttive locali, le imprese e le aziende che con responsabilità hanno chiuso la propria attività per contenere il contagio e che presto avranno bisogno dell’aiuto di tutti per poter ripartire e mettersi in corsa.
Sarà fondamentale, allora, uno sforzo da parte dell’Amministrazione per far convergere tutte le risorse disponibili, a sostegno delle fasce più deboli della popolazione e per il rilancio delle attività e delle realtà produttive del territorio, limitando la spesa comunale in tutte quelle attività secondarie e di non primaria importanza.
Oltre ad invitare nuovamente i nostri concittadini a rimanere nelle proprie abitazioni, salvo necessità, chiediamo loro – conclude Lega Viterbo – un piccolo sforzo e scegliere per gli acquisti alimentari le piccole botteghe del territorio, oggi più in affanno, e che hanno bisogno dell’aiuto di tutti noi per poter combattere l’emergenza.
È e sarà di fondamentale importanza questo contributo dei cittadini.
Scegliamo i nostri artigiani, i nostri negozi e le nostre botteghe, per il bene di tutti noi».