REGIONE – “L’approvazione della legge per la promozione della Rete dei Cammini del Lazio, di cui sono firmatario, è un provvedimento importante che dà il giusto riconoscimento, con interventi concreti, agli itinerari culturali europei e dei percorsi culturali, storici e religiosi della nostra regione.

Il Lazio si dota di una legge quadro che disciplina e regolamenta, nel suo complesso, la valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale e religioso e del settore turistico del nostro territorio”.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Daniele Sabatini.

“Con le nostre proposte – aggiunge – abbiamo voluto dare il nostro contributo al provvedimento, in linea con lo spirito di una legge che si propone di riscoprire e rafforzare identità e tradizioni del Lazio nonché di favorire uno sviluppo turistico sostenibile attraverso migliori infrastrutture e manutenzione dei percorsi della Rete dei Cammini del Lazio. Dopo l’inserimento, nella legge, della via Francigena insistente su diversi comuni della provincia di Viterbo e dei percorsi francescani, che ho ottenuto durante l’esame in commissione, in aula è approvato un altro mio emendamento che introduce un riferimento esplicito ai comuni di Cottanello e Configni in relazione alla Valle Santa Rieti. Così come è importante che, all’interno della normativa, siano garantiti anche i pellegrinaggi. Da oggi il Lazio dispone di uno strumento in più per fare della nostra regione meta sempre più privilegiata per turisti, pellegrini e amanti della natura e dell’arte”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email