TARQUINIA – «Abbiamo appreso la notizia dai giornali. Non ci è stata mandata alcuna comunicazione e questo ci dispiace. Alla base della scelta di Fiera Vincenza motivazioni di carattere economico e commerciale». Lo afferma il sindaco Mauro Mazzola (foto), commentando il cambio della sede della manifestazione da Tarquinia a Grosseto. «La decisione è legittima e non possiamo intrometterci in questioni che riguardano aziende private. – prosegue il primo cittadino – Come Amministrazione possiamo dire che in questi anni avevamo instaurato una proficua collaborazione, in modo particolare nelle due ultime edizioni, che ha portato vantaggi a Tarquinia, la quale ha goduto di una straordinaria vetrina promozionale, e al Game Fair, il quale ha potuto contare su una straordinaria cornice naturalistica come la località Spinicci».

 

Il sindaco Mazzola auspicava un maggiore dialogo da parte di Fiera Vincenza: «Avremmo potuto capire se ci fossero stati margini di manovra, per continuare il “matrimonio” tra Tarquinia e il Game Fair e se avessimo commesso degli eventuali errori. Rimane la legittimità di Fiera Vincenza di scegliere quello che ritiene meglio e da parte nostra, un pizzico di amarezza, nel non essere stati messi al corrente dello spostamento. Rimaniamo comunque disponibili a confrontarci per nuovi progetti quale, per esempio la possibilità d’istituire un ente fiera».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email